LIVE AND/OR DIE

imgres

Esterno incerto

L’orrida periferia di un semisconosciuto paese della pianura. Un capisaldo dell’horror underground e un seminoto e ricercato esorcista discutono animatamente con una persona. La camera zoomma sull’esterno della chiesa sconsacrata. Luci abbastanza artificiali e vaga puzza di candele.

La produzione di Sky non riesce ancora bene a capire i tempi dell’underground vogliono la coolness che lo circonda ma tipo sterilizzato e da un paio di settimane stiamo ancora cercando di mettere in piedi la prima puntata di Tertium non datur e sto/stiamo cercando di spiegare al tizio IED che non si può prevedere tutto ma al massimo indirizzare gli eventi e il solo pensiero che tutto non sia scritto cotto provato riprovato & digerito manda in paranoia questi tizi che non sopportano il minimo cambiamento ma vagli tu a spiegare che è difficile controllare una possessione e soprattutto non ci interessa particolarmente. Per il lancio avevamo pensato di fare tutta la puntata sulla storia di una delle nostre ospiti preferite, quella di sicuro con il miglior latino, che dice di essere periodicamente in contatto con questa suora del 17 secolo che lei crede sia stata bruciata dall’inquisizione anche se ai tempi era passata di moda ma la incoraggiamo lo stesso perché il fuoco ci sta sempre bene in tv e puntualmente ogni mese lei va in trance e parla con la sua voce quella della suora svalvolata e racconta di misteri misteriosi e cose da accapponare la pelle, il mio amico esorcista dice che in realtà è un altro tipo di spirito che la possiede non particolarmente raccomandabile e tutta la puntata assolutamente in diretta doveva essere su questo solo che a Sky si rifiutano codardamente di fare qualsiasi tipo di esperimento e hanno messo come condizione oltre la registrazione di mandare solo delle piccole clip tipo delle gif dell’intervista cosa che mi manda in paranoia e sto insistendo almeno per il rogo iniziale con questa enorme croce che pensavamo di mettere al centro della chiesa solo che al solo pensiero i tizi di Sky ci manderebbero l’esercito o una task force del Vaticano o tutt’e due cosa che comunque non mi dispiacerebbe perché come lancio non sarebbe niente niente male…

THE DAY WITH NO LIGHT

2011-06-16_113509

Esterno /interno giorno

Un orrido ufficio open space di una quasi nota startup di grande città del nord. Le telecamere zoommano su un gigaschermo che spara immagini in loop a velocità sovrumana. Autori horror underground sullo sfondo e vago odore di cappuccini bruciati.

Ancora negli uffici della ThinkBig il tizio postgiovane trilla che l’idea di Esco sempre di giorno è piaciuta un sacco con questi tizi c’è sempre l’impersonale è piaciuto è andato e che è solo una questione di tempo prima di iniziare a girare e mettere insieme il budget insomma c’è sempre questa nebulosa di mezzo che boh e che comunque gli sarebbe venuta in mente un’altra idea molto easy -ah- da fare molto velocemente per uno scopo che mi sfugge ma alla ThinkBig questo si fa nowhere fast e sarebbe per il 20 del mese una specie di qualcosa che loro chiamano -event- mah visto che c’è una eclisse di sole e quale occasione migliore da sfruttare e ho pensato eh? Ma visto che alla mia banca mi stanno cercando da diversi mesi così come altri diversi tizi sto cercando di pensare positivo e dico che ok si può fare anche se non capisco bene cosacomequando ma ehi.

Chiedo se è possibile avere almeno un tot di persone e il tizio mi guarda come se stesse pensando se costano qualcosa e gli dico che se mette un annuncio in giro diversi svalvolati possono presentarsi senza condizioni e mi dice perché e gli dico che stavo pensando a una cosa tipo che in un giorno di eclisse dove tipo Giove è in opposizione a Venere succede qualcosa come un risveglio di zombie scena un obitorio di grande città e una mascherina gli dico che fa miracoli e sembra non capire bene e si mette a ridere e dico che possiamo chiamarlo The day with no light e dice che forse il tema è più per vampiri che per zombie e gli chiedo quanto sarebbe il budget e dice che ok non è il momento di fare i sofistici gli zombie vanno bene e che la truppa di ggiovani serve per fare gli zombie e i medici che come noi sappiamo finiranno abbastanza male.

Sorrido come un malato mentale in via di quasi guarigione e intanto anche la prima puntata di Ti ho detto Vade Retro aspettata da non so quanto è andata a ramengo ci sono state diverse minacce da gruppi non bene identificati di integralisti cattolici che hanno promesso di appiccare – ancora- fuoco agli studi cosa che sarebbe stata tra l’altro un fantastico lancio ma non so bene come per motivi di sicurezza hanno rimandato la puntata con grande delusione per i fan del gruppo del momento i Jets & Mani che dovevano fare live la loro megahit Una croce è x sempre e si vedrà.

Intanto il tizio mi chiede se per caso l’interno di una mensa potrebbe passare per un obitorio e penso a qualcosa tipo Masterchef Zombie ma boh…

 

THE UNYOUNG

 

bigmap3

Interno giorno

 

Una chiesa quasi sconsacrata in orrido paesino del nord. La camera zoomma su un confessionale quasi originale del seicento con autentiche tendine in nylon. Luci naturali e vaga puzza di incenso scaduto e fiori morti.

 

Il mio amico esorcista mi ha detto che aveva trovato una fantastica location per When I was Dead e pensavo fosse quel fantastico castello con fossato quasi vero o quel cimitero con le croci di tre metri che in foto faceva un certo effetto ma invece era questa chiesa che dice che è meglio non chiedere ma purtroppo non c’è niente di misterioso o che è solo che sembra che un vecchio rincoglionito pieno di soldi l’ha comprata perché vorrebbe farci una disco ma nel frattempo potrebbe essere un fantastico set ho detto al mio amico di dire al tizio che questa chiesa ha bisogno di un rito di qualcosa quella per esempio che dura tre giorni tutta in latino medievale ma dice che non gli sembra una cosa corretta e che poi l’unità speciale del vaticano gli sta ancora addosso ma gli dico che ho deciso che il suo personaggio nel film deve avere più battute e che non vorrei farlo morire nella scena iniziale del rogo al castello e dice che effetti ha sentito qualcosa di strano mentre entrava e non sarebbe male neanche girare uno special per la prossima edizione di Ti ho detto vade Retro e penso anch’io magari ci scappa pure un dolly con l’HD.

Il problema è che alla fine i fan di When I was Dead sono fuggiti tutti non parliamo poi della Selling Air che gli hanno staccato pure internet o della major che vuole continuamente dei pilot e dei pitch girati gradevolmente a mie spese e che adesso mi ha mandato una mail dove mi chiedono se per caso ho delle idee sempre a-gratis per un nuovo filone di film di vampiri o almeno come li intendono loro i vampiri che sarebbe senza croci o cimiteri e/o preti e possibilmente senza sangue o posti scuri anzi possibilmente in un posto tipo Cuba o le Barbados e se ci scappa qualche spiaggia sarebbe il massimo e non ci sono dubbi credo che vogliano Baywatch.

Il problema è che non si vede proprio l’ombra di un euro all’orizzonte e che anche gli autori horror underground hanno dei cali di zucchero improvvisi come nel conto in banca cosa che mi ha spinto a proporre una dei miei script degli inizi quella di un vampiro che diventa zombie che ha la possibilità di ritornare umano solo che deve avere il sangue di un giovane vampiro nato in una notte di luna piena e ho pensato di fargli un trattamento Disney con il vampiro che incontra una strega che lavora all’Unicef e adottano un bambino e avevo pensato di chiamarlo The Unyoung che suona bene e non c’entra e sono indeciso se ambientarlo in Florida o New York e spero che non mi dicano come al solito in un fantastico greenback…

 

 

SUPERSTAR UNDERGROUND

1980384_10154058478480487_6414444565778388455_o

 

Interno giorno

 

Una sala di seminuovo multisala di grande città del nord. Un gruppo di ultraottanta entra sullo scorrere dei titoli di testa mentre la camera zoomma su un noto autore horror underground seminascosto in ultima fila. Rumori di anziani disperati che inciampano nel buio e vago ma persistente odore di naftalina e decomposizione. Luci non pervenute.

 

Ho ricevuto ancora una mail dalla Selling Air la tizia non telefona dice che oggi si fa così non perché non hanno nemmeno i soldi della bolletta ma dice che le mie idee per il viral le sono molto piaciute e che appena trovano qualcosa da lanciare io sono lì con loro a lanciare tutto il mio amico esorcista dice anche lui che al vaticano stanno per lanciare una trasmissione per recuperare un po’ di giovani alla causa anche se non ho capito qual è la causa ma sembra che per adesso niente esorcismi o possessioni in hd perché comunque i ggiovani sono impressionabili e hanno bisogno di una copertura dei media e gli dico che i media escono fuori di testa per cose come esorcismi e cose del genere per non parlare della stampa straniera ma dice che no è il buzz che non vogliono si buttano sul volemose bene e ho capito siamo a twilight che vogliodire.

Questo film con la Swinton sembrava promettere anche se per quaranta minuti non riesco a staccare gli occhi dalla sua parrucca che assolutamente è la protagonista del film, di certo c’è l’abc dell’horror non escono di giorno e non zompano per i boschi con abiti griffati mancano certo le croci non c’è ombra di preti o chiese. Lei sta a Tangeri lui a Detroit credo sia il primo vampiro della storia che sta a Detroit dove ovviamente fa la rockstar ma sconosciuta tipo incrocio tra Iggy Pop e Greta Garbo frega del sangue in ospedale travestito da infermiere e sembra che a parte il sole e le croci solo un disco di Ligabue potrebbe farlo fuori. Poi lei prende l’aereo lui non è che sembra impazzire di gioia arriva la Wasikowska che fa anche la vampira teen ormai sta facendo la teen in qualsiasi film degli ultimi 10 anni o quasi e le cose non vanno bene perché si capisce subito che porta casini e la sbattono fuori di casa con il trolley rosa confetto e ha la faccia di come chi sta per dire avete dato come al solito le battute migliori alla Swinton che comunque alla fine un oscar se l’è cuccato te e cristina ricci dovete smetterla con tutti questi film finti indie underground.

Poi finiscono a tangeri insieme e è finito il sangue e ci sono due tizi che passano e Tilda dice Escusè muà che è la battuta migliore del film.

Intanto anche quest’anno niente Cannes io ci spero sempre anche in un’ultima ora una quinzaine una rassegna una sala uno spettacolo di mezzanotte una proiezione in mezzo alla strada a me basta perché non so come qualsiasi festival possa fare a meno dell’horror underground e mi sono dimenticato di chiedere alla tizia della Selling Air se aveva degli accrediti e magari pure dei biglietti aerei scontati, se no pure un frecciarouge..

FOR YOUR CONSIDERATION

 

 

 

0,,16858497_303,00

 

Interno tipo giorno

Un orrido multisala di periferia di grande città del nord. La camera panoramica inutilmente sulla sala quasi vuota per zoommare su un trio di teen che fanno commenti sui droni in Afghanistan e sull’ultimo libro di Chomsky. Luci in calo e vaga puzza di popcorn scaduto.

 

 

 

Il mio amico tedesco dell’underground mi chiama e dice che al festival di Berlino ha incontrato uno dei Weinstein e sembra che siano molto interessati al nostro horror Stasi quello con gli armadi e gli spiriti dice che da anni vorrebbero buttarsi anche sull’horror e non solo su mattonazzi da oscar con schiavi/camerieri/travestiti e tossici glamour e sapevo che prima o poi sarebbe arrivato il mio/nostro momento e che l’horror underground avrebbe avuto i suoi tappeti rossi altro che il festival Sangue Alieno solo che non ho capito bene come funziona perché sembra che vogliano avere l’ultima parola sul cast posso passare sul sangue finto o sul castello in bluescreen ma Justin Timberlake come vampiro mai nemmeno a un milione di dollari certo se salgono si può sempre fare una prova.

Il problema è che non ho scritto una vera sceneggiatura ma si vede che lì a Hollywood non sono abituati dicono che il film che funzionano si possono riassumere in tre righe ma anche meno e se mi danno anche santa maria delle grazie con il cenacolo per la scena finale posso passare su tutto in fondo l’hanno mollato pure a clooney e chi siamo noi Sergio Arranca direi di no.

 

Intanto sta diventando sempre più complicato entrare free nei multisala questa volta non volevo usare il trucco dell’incendio perché sembra che la prendano molto male ma questa volta ha funzionato il trucco patetico dell’accredito la tizia al controllo stava aggiornando il suo stato di sfigata totale su ****book ed è bastato un attimo, ma la soddisfazione è durata poco quando ho scoperto che il film era il sequel del terrificante paranormal quello in versione tacos/sudamerica con l’aggiunta di simon che si aggiudica il titolo di miglior attore/ice peccato che sia un gioco elettronico ma dà l’idea del background la cosa buona è che muoiono tutti anche se non come speravo.

 

Intanto il mio amico esorcista dice che ha dei nuovi soggetti per la prossima puntata di Ti ho detto Vade Retro, una tizia che parla latino al contrario e riesce ad emettere zolfo in certe condizioni e mi ha chiesto se c’era uno spazio per lui nel nuovo film con i Weinstein e non capisco come possano dire di no ad un esorcista vero con il vaticano che mi/ci insegue….

 

 

EVERYTHING COUNTS ( IN LARGE AMOUNTS)

BSB8DKvCQAAFplL

INTERNO GIORNO

 

Gli studi di un canale tematico religioso. La camera zoomma su un semi famoso & molto ricercato autore horror underground e un famoso prete esorcista in fuga da diverse autorità. Luci basse e vago sentore di incenso scaduto.

 

Il mio avvocato dice che non devo preoccuparmi e che tutto quello che è successo è colpa della Selling Air e dei gestori del parco di divertimenti io ho solo dato dei suggerimenti e certo non sono responsabile delle botole e delle scosse a bassa intensità in fondo erano in nome del divertimento e finché non trovano i corpi dei teenagers questi sono solo degli scomparsi e che tocca alla Sciarelli mica alla digos e che comunque è meglio per il momento che non mi fermi a dormire nello stesso posto per due notti di fila non si sa mai.

Il mio amico esorcista dice che mi capisce anche lui ha dei problemi visto che il vaticano anche se ha cambiato gestione e manager dice che non gradisce queste continue invasioni di campo, sembra che vogliano lanciare una nuova iniziativa fra i giovani, è un loro target, tipo Hogswart incontra Padre Amorth e non vogliono concorrenti tipo un’esclusiva e il prime time.

Comunque la nuova stagione di Ti Ho detto Vade Retro è ancora lontana, abbiamo anche poco materiale e la producer è ancora fissata con il suo show Binario Quasi Morto che ha avuto una media di spettatori tipo World War Z ma dobbiamo cioé devo tenermela buona perché ha promesso di produrre per intero + castello & fossato When I was Dead e il tizio del marketing culturale delle ossa della Gioconda giura che potrò girare intere sequenze agli uffizi basta che non usi troppo sangue che sembra sia difficile da togliere dai pavimenti e dalle tele ma dico che è ora di finirla con tutto questo greenback e questa postproduzione e sono sicuro che pure Botticelli sarebbe d’accordo.

Poi ci sono questi degli Amici di Plutone che sono quelli che vogliono far rimettere Plutone tra i nove pianeti e una volta ho fatto l’errore di dargli il mio numero di telefono e continuano a martellare che vogliono che organizzi una serata per raccogliere firme e un evento horror underground tipo al Planetario ma i tizi che del posto se la tirano neanche fosse il monte Palomar e dicono mah forse e questo e quell’altro e penso che dovremmo andare e semplicemente fare un horror underground flash mob oddio adesso forse no che sono ricercato ma non esattamente per i motivi che vorrei…..

SCHADENFREUDE UNDERGROUND

580009_10152652921055487_664619579_n

NTERNO GIORNO

 

Interno di una grande chiesa di grande città del nord, le comparse salmodiano mentre la camera zoomma sulla star che guarda nell’obiettivo con alle spalle un enorme lenzuolo graffitato illuminato da due 5000w. Vago profumo di incenso e controcampi a sfinire.

 

C’è la pausa, imposta, dalla curia per la nostra trasmissione cult Ti ho detto Vade Retro in questi giorni stiamo girando uno special su questo boh “famoso” prete esorcista un tizio che ha una certa presenza scenica guarda sempre fisso in camera neanche fosse De Niro solo che ha un pessimo latino e il mio amico esorcista dice che proprio no non lo dice per invidia a parte il momento che ha cercato di spingerlo sotto il 15 che notoriamente non frena volentieri ma sembra che sia solo un prodotto dei media della chiesa tipo il papa, io avevo chiesto dato che c’ero se potevamo per le riprese avere santamaria delle grazie con l’ultima cena ma la curia ha detto che non c’era bisogno e che potevamo usare il bluescreen che vogliodire per noi dell’underground realistico sarebbe stato come dire a Kubrick se fosse vivo di girare Barry Lindon con i neon, una cosa del genere.

La nostra producer è preoccupata, la sua trasmissione Binario quasi morto proprio non decolla, questo mix di ricette di cucina con casi di cronaca nera quasi irrisolti non sembra convincere, chissà perché, e ho cercato anche di farla desistere dal tentativo di prendere la strada di Mistero, non abbiamo il budget di mediaset e i miei tentativi di farle girare delle sequenze in cimiteri e cripte, che poi potrei utilizzare per il mio quasi nuovo capolavoro di When I was Dead, la lascia sempre vagamente perplessa non è esattamente la Riefenstahl e sembra propensa più su una specie di fiction tipo Medium e le ho detto che nel caso dovremmo avere un budget decente e fare entrare anche il tizio sponsor quello delle pompe funebri Avanti un altro che avrebbe delle sue esigenze e credo che lei abbia sempre problemi con i luoghi chiusi e al buio.

Intanto la nostra fanbase continua a chiamare e mandare email per il ritorno della hotline di esorcismi e ho, abbiamo, deciso che al ritorno in onda manderemo in onda un regalo per loro, la clip con la tizia con la doppia personalità una santachiara e l’altra una strega del medioevo bruciata viva che tra l’altro parla un discreto latino….