NON SVEGLIARMI

Buffy415ThisYearsGirl1

Interno incerto

Un appartamento finto loft in zona quasi centrale di grande città del nord. La camera zoomma su un seminoto autore horror underground intento a scrivere su un mac era 2002. Intenso & fastidioso ronzio di computer acceso e luce azzurrina sbiadita sul muro.

Inquadratura iniziale, niente titoli o musica inutile, su un teen di età oscillante dai 14 ai 25 disteso su un letto immobile. Taglio e primo piano di un telegiornale con scroll sotto – trovato teen in coma dopo un rito di origini sconosciute – attorno al letto disegni e simboli strani. Il tg prosegue con la giornalista che dice che tutti i partecipanti sono morti inspiegabilmente, meglio tenere la suspense, e che sono stati ritrovati grazie a una telefonata anonima. Taglio e siamo in un ospedale, non un ospedale normale ma uno tipo in una zona remota e inaccessibile non so se tipo montagna che mi sembra lo abbiano già usato o in mezzo a un bosco. Intorno al suo letto medici e infermiere si guardano e lo guardano con un vago sospetto. Il tizio non si sveglia perché in teoria non è molto vivo anche se lo sembra. Arriva un esperto che in teoria sarebbe un medico o scienziato molto famoso che butta lì la parola -sospensione- lasciando tutti con lo sguardo del tipo machestaadì. Adesso entrano i nostri eroi quelli che sanno la verità o almeno una parte che poi il resto lo raccontiamo alla fine. I nostri sono un team di esorcisti preti & teen svalvolati che insieme hanno formato una squadra che poi possiamo usare in vari sequel che la Marvel ci fa una pippa, questi sanno che il teen in coma è in realtà un vampiro antichissimo che ha dei poteri ovviamente incredibili e che già da addormentato può fare dei casini notevoli come è successo a quelli del rito che ho messo all’inizio che hanno sbagliato un paio di cose come tutti quelli che schiattano all’inizio di un horror. Ora i nostri eroi devono riuscire a fare capire agli altri tizi dell’ospedale che non devono proprio svegliarlo perché se no ciao ma quello che non capiscono è che questo ospedale non è proprio un ospedale ma un centro diretto da diversi vampiri che sanno benissimo come svegliarlo. Qui inizia l’altro subplot, i vampiri dell’ospedale vogliono svegliarlo ma hanno allo stesso tempo paura di quello che il teen in coma possa combinare però hanno bisogno di lui per terminare un’antica maledizione che racconta che proprio quell’anno potrebbero sparire tutti se non fanno anche loro un rito che solo il bell’addormentato conosce. Così succede che il team di esorcisti etc etc e quello dei vampiri ad un certo punto fanno una specie di alleanza. Il vampiro-teen-coma lo capisce ed inizia la sua battaglia per svegliarsi ma altro twist anche lui ha bisogno di qualcuno/a una terza parte, che riesce a fare arrivare all’ospedale nel bosco. Chi è? Che fa? Il finale ce l’ho in mente giusto devo capire quanti sequel si possono fare…

 

Annunci

QUALCUNO, QUALCOSA, DA QUALCHE PARTE

INTERNO INDEFINITO

 

La stanza di un quasi famoso sceneggiatore underground. La camera zoomma sullo schermo di un mac sul quale lampeggia e si agita un piccolo telefono rosso. Intorno vari libri su possessioni e marketing religioso, una raccolta dei migliori esorcismi degli anni ’80. Luci religiose, deboli.

 

Sto cercando di concentrarmi sulla puntata zera di Ti ho detto Vade Retro, tipo anche restare in tema, tutte le idee che mi vengono mi sembrano un film di Sergio Arranca, certo non siamo sull’auditel ma per la premiere del programma volevo qualcosa di impatto la mia idea del crocifisso in fiamme è stata accolta con qualche sguardo di dubbio non so se per il fondale ingnifugo o certi pregiudizi che ancora resistono.

Un tizio insiste che vuole parlarmi dice che se posso aggiungerlo su skype gli dico che boh , insiste per farmi scrivere su questo sito che giura sia sull’horror ma l’ultima volta ho visto nella home page una tizia che spiegava 100 modi per cucinare il tofu con il cacao fatto con la buccia delle carote e gli ho detto che era sì interessante e tipo quando potevano darmi e ah! insomma se il sito aveva successo assicurava molta visibilità e gli dico che comunque tutti anche adesso mi vedono molto bene, proprio per fet ta men te ma non per questo corrono a farmi bonifici o mettermi in tasca banconote da cinquecento.

Anche il pianeta mainstream sembra in crisi sembra che ormai anche il concetto di nicchia e sperimentare non abbia più nessun appeal, cioè me ne sono accorto con When I was Dead , c’è quest’altra tizia che mi scrive che dice che sta cercando nuove idee e nuovi spunti e nuovi concetti e nuovi progetti per questo nuovo programma che sarebbe una specie di nuovo contenitore con nuovi giovani e nuove novità che dice che è ancora un po’ tutto in aria ma la rete è interessata a questi nuovi linguaggi nuove proposte legate a questi nuovi mezzi e nuovi social quelli e se per caso avevo qualche idea, ma tipo per un pubblico comedire generalista per un serial o magari un reality o pure un programma dove ci si può mettere qualcuno che cucina e le chiedo se può essere un po’ più precisa e dice comeno, tipo qualcuno che fa qualcosa da qualche parte e penso a un esorcismo in diretta per la puntata zera, al posto della croce in fiamme a un manichino, magari che esplode, ma mi accontento anche di un po’ di fumo…