DAS IST LEBEN

6733-heathered_gray_nl-z1-t-zombie-apocalypse-running-team-white-ink

Interno incerto giorno

Orrida periferia di grande città del nord. Un seminoto autore horror underground aspetta in un indefinito locale con aria condizionata a 35 °. Camera a mano & vaga puzza di sudore & piscia.

Ci ha lasciato, almeno per il momento, pure Romero non sono mai stato un grande fan degli zombi e dello zombismo ma di sicuro gli riconosco una purezza e una fedeltà che vogliodire non ha più veramente nessuno certo negli anni avrebbe potuto anche un attimo espandere & rinnovare l’argomento ma quando ti viene bene qualcosa è difficile cambiare e devo dire che Asia Argento e il suo -spara sto cazzo di missile – nel Ritorno dei morti viventi è totalmente impagabile le avevo chiesto pure io un cameo in una delle mie produzioni mi sembra Non esco di giorno o Waiting for the light ma aveva detto che voleva 50 mila € solo per parlare ed è difficile iniziare una trattativa quando il tuo budget finisce prima di iniziare a parlare di qualche cosa e di sicuro Andy Warhol avrebbe apprezzato ma lui spruzzava qualcosa con una bomboletta sul muro e si beccava un milione di $ io cioé noi nell’underground o almeno nel NOSTRO underground abbiamo qualche problema tipo Asia Argento anche se lei in un modo o nell’altro se la cava, sembra. L’ occasione per questo incontro è una rassegna quasi improvvisata per celebrare gli zombie e quindi pure i vampiri avrebbero il loro spazio così mi hanno detto e il tizio della rassegna che assomiglia vagamente a uno di Netflix che mi giurava di essere fan e che a proposito sono settimane che non si fanno sentire sti stronzi ma mi hanno chiesto qualche consiglio su cosa far vedere alla rassegna e devo dire che a queste nuove generazioni bisogna insegnare proprio tutto tutto ma il tizio sembra attento a ogni mio suggerimento certo lo vedo storcere il naso o guardare nel vuoto quando gli nomino certi autori horror underground vietnamiti non sono al mio livello ma d’altronde chi lo è e altri capolavori al pari di Romero che per ragioni sconosciute non hanno la fama che si meritano tipo Battito Zero, I morti non muoiono, Arcobaleno Nero o Luce Assassina, capisco che il tizio ha un immaginario tipo Get Out o Insidious ma boh.

La rassegna dovrebbe iniziare tra un paio di settimane, la sala non ha l’aria condizionata cosa che mi lascia qualche dubbio ma il tizio dice che ci stanno lavorando intanto butto lì la cosa che ci sarebbe anche l’anteprima mondiale del mio nuovo capolavoro e mi chiede quale e al momento devo ancora decidere….

UN POSTO QUASI AL SOLE

vlcsnap-2012-12-16-21h23m18s70

Interno indefinito

Un orrido bar/pub di estrema periferia di grande città del nord. Un estremamente semifamoso autore di culto horror underground a colloquio con tizia di ignota provenienza. La camera cerca di zoommare un po’ a caso. Caldo osceno e vaga puzza di fiori morti e piscia di cane.

La tizia di Netflix dice che ormai non si fanno più incontri istituzionali e che lei abita proprio qui vicino e fa un gesto che comprende anche il cimitero e penso che sia un inizio incoraggiante il problema è che nelle sedi istituzionali almeno c’è l’aria condizionata e un bar vero non come questo con delle brioche mummificate e la macchina del caffè che quando parte sembra pronta a lanciarsi verso un satellite di Saturno. La tizia dice che mi sta seguendo già da un bel po’ d’altronde chi no e dice che è un peccato per le avventure di Ti ho detto Vade Retro e anche Tertium non datur che siano finite ma Netflix, come per dire non siamo mica quegli sfigatoni di Sky con roba tipo Gomorra e 1992, 93, 94 etc, è sempre molto attenta a tutto ciò che avviene attorno perfino in Italia dove tutti sanno che non succede mai niente e dice basta puntate zero basta cose del tipo vediamo-cosa-succede e dico sì basta ci vogliono 10 puntate e tutte in una botta che è la cosa di Netflix che tutti vogliono almeno così sembra e che io sono qui per questo e lei dice che è qui per quello e quindi siamo tutti qui che è una folla discreta e quindi bisogna cominciare e mi chiede se per caso ho visto The Keepers e dico sì ma non molto convinto mi sembra l’horror con il tizio del motel costruito sopra il cimitero ma non mi sembra roba da netflix e scopro che in realtà è la storia di una suora ma non ci sono possessioni o esorcismo e la tizia dice che solo su Netflix si possono vedere prodotti di questa qualità e per un istante penso che mi abbia chiamato per vendermi un abbonamento.

In realtà Netflix Italia è ancora un po’ in un limbo di produzioni grosse non se ne parla e te pareva ma sono sempre pronti a sostenere, sostenere?, idee & progetti interessanti e se non sono interessante io chi altro e pensava a una serialità tipo The Keepers ma tutta molto, cioé abbastanza, realistica e se avevo per caso qualche spunto e le dico che sono uno spunto vivente e che proprio adesso stavo scrivendo un soggetto basato su una storia assolutamente vera di un vampiro nel 600 o tipo che viene intrappolato da un prete svalvolato in un crocifisso di legno che ovviamente viene scoperto in una chiesa abbandonata nell’800 solo che quando viene venduto a un tizio poco raccomandabile questo scopre il segreto, che rimane indicibile fino alla fine, e quando il crocifisso finisce anzi ri-finisce in una chiesa vera qui iniziano a succedere cose strane e il titolo che avevo pensato era Un posto quasi al sole e la tizia mi guarda come se avesse scoperto che qualcuno ha hackerato il suo account fb….

TUTTO ESAURITO

cartello

Interno giorno

Un orrido multisala di hinterland di grande città del nord. La camera zoomma su un trio di ignari anziani disabili che ha malauguratamente sbagliato sala. Noto autore horror underground in sala, vaga puzza di naftalina mista a popcorn scaduto. Luci basiche.

I controlli all’ingresso del multisala latitano al pomeriggio e l’occasione di ingresso per controllare il livello della concorrenza è sempre utile almeno credo e questo horror che tutti dicono che sembra interessante. Invece. Il titolo Get out invece è molto azzeccato perché è proprio quello che bisogna fare prima della fine. C’è lui nero e lei bianca che vanno dai genitori di lei all’inizio c’è un rapimento di un tizio che boh ovviamente i suoi di lei sono fuori come delle biglie sembra tipo Radici fatto da Stephen King la cosa sarebbe tipo ecco i bianchi che fanno ancora tipo schiavisti ma loro però alla fine si ribellano c’è un tizio che fa tipo Eddie Murphy che non si sa è che il film non inizia neanche nel secondo tempo perché tutti dico t u t t i gli horror se li vogliamo chiamare così iniziano solo dopo unoraeunquarto ma qui nemmeno. I tre tizi che hanno sbagliato sala mugulano non so se per altri problemi o per la sceneggiatura e vorrei dargli qualche consiglio ma dubito che siano ancora vivi quindi esco abilmente dalla porta di emergenza quella dove c’è scritto qui no che c’è l’allarme ma sappiate che non è vero e se lo è io sono underground quindi tiè.

Sky intanto non risponde più al telefono dopo che gli abbiamo mandato degli estratti clamorosi della puntata pilota di Tertium non datur abbiamo girato una notte intera con la suora cioè lei dice di esserlo quella che è posseduta periodicamente che è stata bruciata sul rogo e come bonus track pure un ex prete che si dice sia un esperto nel riconoscere i posseduti veri dalle fregature devo dire che la finta pira del rogo con il controluce di due 5mila W ha fatto la sua porca figura come le fiamme anche se ha provocato un insignificante black out in paese ma per l’arte questo ed altro e la clip con l’intervista all’ex prete è stata una vera bomba che Anthony Hopkins sarebbe schiattato d’invidia ma a Sky fanno sempre gli schizzinosi hanno questa totale allergia verso il realismo che non sia fatto in HD o con inquadrature alla Damien Chazelle dialoghi alla Dawson Creek e la fotografia di Prieto, vomitate pure ma con la luce giusta è il loro slogan.

Anche la suora ha spaccato ha sbagliato solo un paio di accusativi e un ablativo assoluto ma era pur sempre posseduta ma a Sky non si sono degnati nemmeno di una risposta ma adesso abbiamo un gancio interessante con Netflix che dicono di voler vedere assolutamente il nostro teaser e che loro non hanno assolutamente problemi di censura e già sogno una stagione 1 e 2 di TND che solo l’acronimo sa di leggenda….

TERTIUM NON SEMPER DATUR

Warning Sign

 

Interno giorno

Interno uffici al trentesimo piano di un noto canale satellitare in orrida periferia di grnade città del nord. La camera panoramica un po’ a caso e poi zoomma su un seminoto autore cult horror underground e un tizio totalmente sconosciuto. Luci led e vaga puzza di moquette non lavata.

Il promo o teaser o quello che è del nuovo programma sta lasciando qualche dubbio ai tizi di Sky il titolo che hanno scelto Tertium non datur secondo loro aveva quel non so che ma di certo quello che so è che non sono/erano pronti al realismo delle nostre produzioni e nessuno di loro oltretutto aveva mai visto Ti Ho detto Vade Retro che era una premessa indispensabile ma questa generazione di boh producer o media questo&quellaltro sono fatti così sanno tutto loro cioé niente. Il mio amico esorcista si è fatto forse un po’ prendere la mano ma la clip che ho montato mi sembra che abbia il giusto mix tra delirio religioso e fiction americana certo il rogo finale era un po’ eccessivo ma la tizia delle visione mistiche non si è lamentata solo ha detto se potevamo rimborsarle il vestito che l’aveva preso ai saldi e costava una cifra pure ma qui a Sky non si fanno sicuramente dei problemi io di certo no. Tutta la serie ha un tema fisso tipo il male è tra di noi e non sempre lo vediamo ma noi che non siamo fessi e siamo esperti della materia oscura sappiamo cogliere i segni anche dove mai nessuno si sognerebbe di ma il producer qui mi dice che avrebbe bisogno di qualcosa di più soft, credo abbia detto così, e gli ho detto che non siamo mica su Rai 1 e il realismo è una componente fondamentale delle nostre produzioni e il tizio mi guarda come se avesse appena finito di parlare al telefono con Scorsese per il suo prossimo film quando al massimo ha scelto le scenografie per MasterChef 8 forse. Il problema è che abbiamo investito parecchio per questa nuova avventura solo il noleggio delle luci costa un botto per non parlare delle telecamere in HD e i cameramen sono vagamente esosi e per di più hanno sempre consigli da dare non richiesti quindi dico al tizio che se non sono interessati devo andare giusto adesso a parlare con quelli di Netflix che sono da una vita che ci stanno dietro anche se loro ancora non lo sanno…

QUANDO ESCI RICORDATI DI SPEGNERE LA LUCE

img_0566

Interno giorno

Una ex chiesa apparentemente sconsacrata. La camera zoomma su un crocifisso extralarge che oscilla sospettosamente. Un esorcista e un seminoto autore horror underground. Luci basse & vaga puzza di incenso.

Il mio amico esorcista è finalmente riuscito a comprare questa ex chiesa in un orrido paesino disperso nella pianura dice che il suo sponsor occulto gli ha fatto avere i fondi ed è pronto a partire per la sua nuova avventura sempre che la Curia non si insospettisca e che vorrebbe che lo aiutassi e dico come no devo solo chiedere al mio avvocato sempre che la clinica psichiatrica dove è rinchiuso mi dia il permesso ma sono solo dettagli e se c’è uno sponsor che sgancia io sono in prima fila come Sky ma ora che il canale è ancora nella palta questo dovrebbe essere un buon posto per far ripartire Ti ho detto Vade Retro che come sappiamo ha fans in ogni luogo che sarebbero disposti quasi a tutto per poterlo rivedere.

Non ho ancora capito bene quale sarebbe il piano ma dice che qualche idea ce l’avrebbe solo che per iniziare bisognerebbe allestire il parco luci e preparare lo studio all’interno perché comunque vorrebbe realizzare un prodotto di qualità e io dico certo e dice che dopo avere visto The Exorcist con quello che rimane di Geena Davis e l’esorcismo finale della famiglia che sembravano i Ricchi e Poveri la gente deve sapere che gli esorcismi sono una cosa seria e dico non ci sono dubbi e chiedo quanti soldi ci sarebbero per l’attrezzatura e fa segno che non ci sono problemi e credo sia la prima volta che succede e penso a una batteria di 5 mila W e un controluce favoloso dietro l’altare e ovviamente avremmo bisogno di un gruppo elettrogeno perché se no rischiamo di mandare il paese in blackout ogni volta che facciamo la trasmissione ma il mio amico dice che è tutto ok e penso ok e che l’unico problema è che prima di iniziare dovremmo fare una specie di rito purificatorio e penso eh ma dice che è indispensabile per proteggerci dalle forze del male che sono sempre in agguato e penso a quelli di Esorcizza Questo che stanno agli esorcismi come i vegani alla trippa ma dico una guerra è una guerra…

SAPPIAMO CHE PRIMA O POI SUCCEDERA’ QUALCOSA (ovvero come guardare un serial moderno senza addormentarsi)

cpwvnf5xyaaispu

Interno giorno

Una orrida sala di multisala di periferia di grande città del nord. Mandrie allo stato brado di teen sbranano popcorn e commentano le elezioni americane. La camera zoomma su un noto autore underground nella penombra. Luci basse e vaga puzza nauseante di disinfettante alla lavanda.

Halloween e similia è finito senza horror in sala e ciclicamente devo vedere cosa fa la concorrenza o almeno loro credono sia così. È uscito finalmente un sequel che era da un po’ che non si vedevano solo che non avevo visto il primo ma non credo che conti: madre & figlie teen fanno finte sedute spiritiche, finalmente una storia originale, poi ovviamente la piccola sente le voci dei morti salta fuori un prete convincente come un film di Raul Bova poi la madre compra la Oujia board, ovviamente, ma è già finito il primo tempo. Ad un certo punto mi addormento e mi sveglio verso la fine dove una delle figlie è rinchiusa in manicomio, anche qui una gran botta di originalità, è vero che al cinema non si va per quello ma boh. Il mio amico esorcista dice che è questione di poco ma aprirà il nuovo canale per mistici svalvolati di tutto il mondo dice che metteranno anche i sottotitoli perché dice che ci sono già delle richieste da tutto il mondo e Sky sembra lì li per comprare ci sono voci che stia per lanciare un docu-fiction-fantasy-post-reality che vogliono chiamare Waiting for the light tipo Mistero di mediaset ma un po’ meno ridicolo e con esorcisti di spessore.

La cosa certa è che le serial americane di Sky sono fatte con lo stampino sembrano le canzoni di Ligabue e anche con il remake resequel requello dell’Esorcista che a sky per darsi un tono che non si capisce quale non hanno nemmeno tradotto il titolo, c’è un altro duo di teen e la madre cioé Geena Davis che tenta disperatamente di fare una faccia da horror il prete wannabe esorcista con ex amichetta e il prete esorcista in pensione fatto da un attore che di solito fa la parte di quello che muore all’inizio e di azione proprio non se ne parla anche perché arriveremo all’ultima puntata della prima stagione con la porta che si chiude e tutti che si guardano pensando ci tocca anche la season 2, non c’e niente da fare come anche per Westworld appena dovrebbe succedere qualcosa salta fuori Anthony Hopkins che guarda in camera e parte con lo spiegone filosofico mentre parla con quello che dovrebbe essere un robot ovviamente con il culo di fuori e ha la faccia di chi pensa che roba fantastica è la televisione dove ti pagano per guardare fisso in camera facendo l’intenso e chiamando la cosa qualità…

DANCING ON THE HEAD OF A PIN

iu

Interno incerto

Gli ormai ex studi di una seminota ma orrendamente popolare trasmissione culto con ex esorcisti semiposseduti & teen mistici.

Vago odore di candele & luci sacre.

Quello che rimane degli studi di Ti ho detto Vade Retro è la fantastica croce fluo che il mio amico esorcista dice che ha già attirato l’attenzione su Ebay dice che si riparte da un’altra parte e che questo canale ormai era diventato troppo piccolo per noi anche perché tutti i nostri sponsor storici soprattutto Avanti un altro ci hanno mollato clamorosamente e iutiub come sappiamo non paga cioé loro fanno i soldi e noi forniamo tutti gli svalvolati della zona aggratis che vogliodire. Netflix e/o HBO non si fanno sentire e Horrorland La luce si avvicina e Non siete mai stati soli i miei totali capolavori annunciati devono ancora aspettare non so perché intanto ri ri ritornano sequel ricose rifacimmenti restauri di tutto non solo al cinema ma soprattutto in tv tipo Westworld dove in due puntate ci sono due tizi che si guardano male robot-zoccole cowboy-disney tre quattro coglioni e Anthony Hopkins che fa la sua comparsa conciato come il nonno di Linda Blair ma con HBO è così scopriremo un twist in sei sette puntate cioé all’ultima puntata della serie dove qualcuno dice -è stato tutto un sogno- tiè.

Ovviamente a fine mese e con grande acume @Halloween arriva il boh remake in serie dell’Esorcista con Geena Davis al posto di Ellen Burstyn passata diverse volte a Botoxland ma è un horror e a queste cose non è che si può fare sempre caso poi c’è pure The Rocky Horror Picture show insomma siamo tutti incastrati in un gigantesco loop replay ma fortunatamente tutto in HD.

Il mio amico esorcista dice comunque è solo questione di aspettare che arrivi il momento buono perché i tentativi di imitazione del nostro show falliranno miseramente e giura che un nuovo megasponsor lo ha contattato, pare nel ramo della chimica o conservazione di corpi ma non ho chiesto, per ri rilanciare Ti Ho detto Vade Retro e dice che dobbiamo raccogliere nuove testimonianze e girare nuovo materiale e gli ho detto che nella zona abbiamo esaurito tutti i casi possibili e lui dice che questa volta possiamo andare anche in trasferta visto che ha ricevuto anche segnalazioni dall’estero e che il latino sembra ottimo e che quindi non serve altro che mettere giù qualche idea nuova e mi ha chiesto come me la cavo con il rumeno e ho detto ecco, dunque…