OPEN THE DARK part II

http---a.amz.mshcdn.com-wp-content-uploads-2016-05-warburgautochrome-13

Interno giorno

Un seminoto autore horror underground alle prese con un nuovo fenomenale script. Protagoniste sono due tizie, poi una madre medium e in questa puntata arrivano nuovi personaggi e avventure & momenti di horror terrificanti. Altro che HBO e Netflix, cioé se vogliono comprare i diritti io sono qui. Sono sempre qui, non mi muovo. Luci artificiali e vaga puzza di fritto nell’aria.

Le due tizie cercano disperatamente notizie sulla chiesa e allo stesso tempo cercano di capire chi ha spedito la lettera, che scoprono essere stata spedita regolarmente con francobollo. Ovviamente lo staccano e nel retro con una lente di ingrandimento scoprono una frase in latino che nessuna delle due riesce a tradurre. Nello stesso momento la madre di una delle due che è una medium ha una visione terrificante di una chiesa divorata dalle fiamme. È solo un attimo perché poi ritorna verso la metà della serie perché non voglio bruciarmi una scena madre troppo presto. Internet come al solito non dà risultati, perché qui non è come in quegli horror di serie Z dove t’attacchi a Google e salta fuori in 10 secondi nomi cognomi & indirizzi, qui ti devi documentare come in ogni horror che si rispetti. Un professore dell’università noto per i suoi studi sulla storia delle religioni e dei riti primitivi & vagamente pazzo dice che la frase non ha un significato letterale, ma che è una formula che gli sembra di avere letto da qualche parte. Nella scena lui scende in una biblioteca misteriosa, ma lì qualcuno lo aspetta. Lui prende la scala per cercare quel libro, si sentono canti sacri in lontananza e lui sparisce. Le tizie che lo stanno aspettando si preoccupano, ma ad un certo punto esce una che dice di essere l’assistente del professore, lui ha avuto un impegno urgente ma che ha trovato delle informazioni su quella scritta, dà un bigliettino con un nome e indirizzo. Ovviamente loro capiscono che c’è qualcosa che non va, ma mentre parlano c’è un blackout e quando le luci tornano l’assistente è sparita.

Adesso c’è la botta dell’ellisse temporale che fa sempre grande cinema e vediamo la chiesa nel momento in cui viene costruita, tipo anno 1000, solo che scopriamo che chi la costruisce è una setta di eretici che crede nella reincarnazione e nel ritorno in vita, la frase in latino quello vuole dire. Ovviamente il segreto che la chiesa custodisce è quello, ma non solo, in quella chiesa si celebra un rito che è veramente terrificante. Ma se è troppo horror per Netflix farei anche dei cambiamenti, prometto…

Annunci

MORE HORRORLAND

images.duckduckgo

Tags: ex parco divertimento posseduto ex prete giornalista Devil’s Eye fiction horror teen che finiscono male cast che finisce male.

Le riprese iniziano, la giornalista che fa finta di essere un’attrice con telecamera quasi nascosta deve fare una scena dove entra nell’ex tunnel dell’orrore dove tutti sanno che è successo l’incidente l’ex prete anche lui attore deve girare la scena insieme a lei solo che lui ha avuto una visione dove tutti e due ci restano nell’incidente solo che non capisce se è stato prima o dopo ( arriva un flashback che spiega un po’ le cose ma non troppo). Gli spiriti maligni che abitano il parco iniziano a farsi vedere ma con tipo facce normali qui veniamo a sapere per la prima volta che il luogo ospitava un antichissimo cimitero e luogo sacro dove si facevano sacrifici umani per andare in un luogo che pensavano fosse l’Aldilà .

La giornalista comincia a capire che c’è qualcosa che non va ma è vagamente troppo tardi e intuisce che può salvarsi solo con l’aiuto dell’ex prete il prete capisce che gli spiriti in realtà vogliono solo lei perché potrà finalmente aiutarli ad aprire la porta che li separa da questa specie di aldilà che per adesso è tipo molta luce e una irritante musica tipo Goblin.

Adesso si capisce che lei è in realtà la discendente di un’antica sacerdotessa cioè medium che nei tempi antichi ma tanto antichi permetteva ai viventi di accedere a questo posto tipo paradiso ma con meno musica e angeli; qui bisogna spiegare bene perché se no la gente che guarda si confonde tipo una puntata intera soprattutto il particolare che l’ex prete ha capito la cosa fondamentale cioè che questo aldilà somiglia tipo all’inferno cosa che gli spiriti non hanno preso bene e per quello hanno provocato l’incidente, in mezzo allo spiegone un po’ di clip con flashback del giorno dell’incidente dove schiattano uno dietro all’altro e il cast che ce lo giochiamo & effettazzi ralenti e botte di bianco e nero che confonde un po’ le idee.

Finale :

l’ex prete in mezzo al casino cerca di convincere le anime dell’ex parco di non aprire la porta perché tipo non è quello che pensano sia la medium attrice giornalista dice no io vado con loro perché appartengo a loro e arriviamo alla rivelazione finale: quelli della casi di produzione della Devils Eye sono in realtà quelli che abitavano nell’antichità l’ex parco di divertimenti che all’epoca era tipo Stonehenge ma un po’ meglio e che attorno al tavolo fanno una specie di rito che aveva come scopo fin dall’inizio di riportare le anime verso l’aldilà/inferno.

Perché?

Questo nel sequel….

DOGS AND PIGS

72806_10152381788430487_651527386_n

 

INTERNO GIORNO

 

Il qualcosesimo piano di un orrido grattacielo di zona quasi centrale di grande città del nord. Dolly spettacolare con la camera che dall’esterno entra dalla finestra zoommando su un seminoto sceneggiatore underground seduto in una anticamera con schermo 54 pollici alle spalle. Luci capitalistiche.

 

Ti ho detto Vade Retro è ancora in stand by. Il mio amico esorcista dice che non devo preoccuparmi, in effetti non lo sono proprio, abbiamo ancora del grande materiale tra cui diverse possessioni multiple e un esorcismo in hd che abbiamo registrato l’anno scorso ma che teniamo per le grandi occasioni, se mai arriveranno, e anche il nostro scenografo con tendenze piromani non ha più occasione di mostrare il suo talento e i suoi psichiatri alla clinica stanno chiedendo insistentemente quando riprendiamo visto che lì stanno spendendo capitali in estintori.

Anche la nostra producer di Binario quasi morto si è ormai convinta che la formula della trasmissione sia da rivedere, il mix di ricette esotiche e casi di cronaca nera non acchiappa abbastanza pubblico com mia grande sorpresa io le sto proponendo una virata pulp con un look un po umathurman e un po’ platinette con arrivo in scena su una honda, ma non sembra su questa lunghezza d’onda di certo istigata dal suo stilista personale che non ama interferenze e che spinge per una versione casalinga di Mistero come se questo fallito sapesse qualcosa di televisione, a un certo punto diventano tutti esperti, uno accende una lampadina e voilà abbiamo un direttore della fotografia.

La tizia in verità mi serviva solo per il mio nuovo capolavoro When I was Dead che è ancora in pre pre pre produzione, la sua promessa di produrre questo fondamentale capitolo della storia del cinema horror sembra non essere così solida lei dice che no prima o poi io dico che anche nell’underground non si può aspettare in eterno, soprattutto quando al cinema fanno vedere cose come La madre che fanno paura quanto vedere un’aspirina sciogliersi nell’acqua.

Quando questi tizi del parco di divertimento hanno chiamato ho pensato che forse era il momento di cambiare aria, questi tizi tipo multinazionale non hanno nessuna pretesa artistica ma sono abbastanza impressionabili quando si parla di horror e teens e come abbindolarli e non-ostante il mio quasi profondo rispetto per il pubblico ho pensato che avrei potuto fare qualcosa d’interessante. In realtà l’unica cosa che volevano sapere è se avevo dei consigli da dare su una nuova attrazione che vogliono lanciare quest’estate, la tizia dice che è da sempre una fan del mio lavoro e come non potrebbe e che si tratta di un percorso dentro a un cimitero con zombi e vampiri che saltano fuori dalle tombe e ho pensato con speranza a possibili riprese e ho suggerito in nome di un realismo horror underground di usare scheletri e bare vere solo che dice che in realtà sarebbe un video in 3d ma che con gli occhialini sarebbe tutto molto realistico e ho detto sì certo, mooolto realistico….

É GRATIS MA NON CREDO PROPRIO CHE LO SARA’ PER SEMPRE

Biglietto varo Titanic

ESTERNO GIORNO

 

Una strada centrale di grande città del nord. La camera panoramica sulle comparse mentre un seminoto regista e sceneggiatore underground cammina con un seminoto producer. Luci quasi naturali.

 

É ancora pausa per Ti Ho detto Vade Retro, abbiamo girato qualcosa con la tizia con la doppia possessione e delle interviste interessanti con dei teen che commentano la proposta di corsi di esorcismo pratico nelle scuole, soprattutto verso diversi professori di matematica e fisica e la presenza del maligno in ****book.

Ieri un tizio che dice di ammirare smodatamente il nostro, cioé il mio, lavoro nel canale mi ha scritto che ha una proposta molto interessante per il futuro, anche se non ho capito di chi, penso sempre a When I was Dead e all’assessore della location che mi chiede in continuazione quando iniziamo le riprese perché sembra che il castello stia per crollare cosa che aggiungerebbe un certo brivido underground alle riprese e che pure il cimitero ha avuto dei problemi con le ultime piogge che sembra abbiano provocato un effetto Poltergeist che vogliodire mi ricordano i miei primi mini horror underground e tutto quell’indimenticabile realismo.

Il tizio producer dice che il vero problema dell’underground sono, ma no, i soldi lui sembra che lavori per una multinazionale di additivi chimici ma dice che bisogna sfruttare questo filone horror/mistico/psicotico così popolare fra i teen che dice che sono stanchi di questa serie di pupazzi e pupazze twilight e che vogliono più realismo e partecipazione diretta e dico che non posso essere più d’accordo anche se so che la curia avrebbe sicuramente qualcosa da ridire.

L’importante è tirare dentro gli sponsor con una proposta ggiovane e dice che ormai è il momento e mi chiede se ho presente Mistero e dico che forse e dice che questo bisogno di spiritualità  deve essere incanalato da qualche parte, per esempio dalla nostra parte e penso che ultimamente abbiamo leggermente esagerato ma il tizio dice che bisogna sempre accelerare per non sbandare in curva e mi domando che tipo di assicurazione e soprattutto che macchina ha.

La proposta è introdurre uno spazio che vorrebbe chiamare tipo MTV Exorcise This un po’ reality un po’ snuff movie mi sembra dove il pubblico interagisce girando e votando i video e cercando pure di incoraggiare la creatività però non solo nel campo mistico ma a comedire 360 nel campo della malattia mentale, dice che i teen hanno molta iniziativa e una volta che iniziano non si sa mai come si finisce, io credo con dieci anni con la condizionale…

SOLD OUT

602799_10152383436895487_1405576963_n

 

INTERNO GIORNO

 

Una sala semivuota di multisala hinterland di grande città del nord. Branchi dispersi di teen commentano i trailer dei film di bova e brucewillis con termini vagamenti denigratori. Suonerie raccapriccianti in sottofondo e ancora trailer agghiaccianti. Luci buie.

 

Momenti di pausa nell’underground. Causa nuovo papa che deve apparentemente pronunciarsi sulle sue posizioni riguardo esorcismi e mosse del maligno, la nostra hotline e proprio tutto Ti Ho detto Vade Retro è stato sospeso su invito della curia e sostituito con una serie sulle migliori sante martiri del medioevo e un best of dei migliori miracoli quasi veri del secolo cosa che ha provocato onde di ribellione tra i nostri die hard fans del programma che continuano a chiamare minacciando un assalto al nostro canale solo che ho chiesto almeno di essere più precisi sull’orario perché possibilmente vorrei filmarlo e almeno piazzare quelle due tre luci che mi servono per avere un effetto mediamente realistico e se ci scappa pure una telecamera fissa che non guasta.

Il mio amico esorcista dice che intanto dobbiamo raccogliere materiale per le nuove puntate se mai ci saranno e anche la nostra producer è in ansia per il suo Binario quasi Morto che vorrebbe far diventare il nuovo Mistero sempre che Amnesty non abbia niente da dire, comunque sembra che ci sia questa coppia di gemelle che vanno in trance alternativamente e la cosa migliore sembra che ognuna di loro faccia una voce diversa durante le possessioni cosa che il mio amico giudica degna di doppia camera.

Intanto sono tornato a documentarmi sulle quasi nuove tendenze dell’horror, ultimamente ho saltato qualche giro anche se sospetto che il nostro dominio sia rimasto inattaccato nel frattempo e dai primi fotogrammi ne ho la conferma, arriva una station wagon con famiglia al seguito in casa fortemente posseduta e albero con morti impiccati che fanno orrendi dispetti tranne quello di far fuori il protagonista nei primi tre minuti. Lui è un quasi scrittore di successo, la moglie acida modello sitcom dice ma no dai che questo libro che scriverai sarà una hit cosa che sappiamo bene che no, i figli pronti per essere sezionati in parti più interessanti fanno di tutto per attirare l’attenzione, come al solito è diventato OBBLIGATORIO il filmino amatoriale, qui in versione ah ah superotto. C’è pure la lucina che chiazza il girato che vogliodire.

Penso che comunque questa moda della videocamera passerà, ci sarà un ritorno prima o poi all’abc del vero horror underground, la croce, il cimitero, il prete non dico l’aglio o l’acqua santa ma un minimo di realismo dico. All’uscita i teen commentano sul film e sul possibile attacco a un canale satellitare che sembra da una notizia che circola in rete voglia vietare tutti gli horror ai minori di 21 anni e sono contento che alla fine i miei tweet iniziano a funzionare…

LA TERRA E’ SEMPRE PIATTA

838928_original1

Uno studio televisivo di una post tv satellitare tematica. La camera cerca di zoommare su un quasi vero Warhol dell’Ultima Cena e uno scenografo che cerca di sistemare nella scenografia un’acquasantiera di forma sospetta, inutilmente inseguito da due tizi con camice bianco. Luci deboli e nenie in latino in sottofondo.

 

La Curia si è abbastanza risentita sulla nostra proposta di televoto per il Papa, credo sia perché gli abbiamo fregato l’idea mentre la nostra producer è preoccupata parecchio per gli ascolti del suo show Binario quasi morto le ho detto che non sempre le novità sono accettate rapidamente e che mettere insieme un caso di cronaca con le ricette in cucina può essere un po’ spiazzante, ho l’impressione che spesso il suo pubblico confonda un po’ le cose e è un attimo che ci ritroviamo al telegiornale nazionale e sulla cnn per avere istigato casalinghe impressionabili a riesumare corpi per uno stufato vogliodire la pubblicità è sempre una buona cosa ma il mio avvocato dice che c’è un limite a tutto anche se a un lancio così non so se potrei rinunciare quando mi potrebbe capitare, vogliodire a meno che non ci lancino i fratelli Weinstein.

Io sono vagamente preoccupato per l’immobilismo del canale, il nostro sponsor di pompe funebri spinge moltissimo per uno show tipo Mistero da quando ha visto che scoperchiano sarcofagi complete di mummie e profanano con una certa nonchalance cimiteri e chiese ma gli ho fatto presente che a Mediaset fanno quello che vogliono e hanno certi budget che vogliodire solo con quello che spendono di parrucchiere noi ci facciamo sei puntate e tre speciali di Ti Ho Detto Vade Retro poi il nostro scenografo si accontenta di qualche fiammata l’assicurazione non è sempre sempre contenta ma finché pagano, ma in un certo senso ha ragione a parte gli special e le dirette con teen quasi posseduti penso che ci stiamo un po’ arenando e l’underground, soprattutto l’horror underground ha sempre bisogno di nuovi obiettivi, sempre essere in movimento.

Da un po’ stiamo facendo anche dei casting per lanciare un nuovo gruppo teen che cantano pop religioso anche se non stiamo proprio a spaccare il capello e poi c’è sempre la concorrenza della defilippi e pure della carrà quindi quello che viene viene, ma ieri ho sentito questi che si fanno chiamare i Paradise Now che hanno questo nuovo pezzo quasi fantastico che si chiama “ La terra è sempre piatta” e devo chiedergli se per caso hanno problemi di clasustrofobia e con le bare, ma non credo….