NIHIL NOVUM SUB NETFLIX

Interno incerto

Un orrido ufficio di grande e seminuovo palazzo in centro di nota città del nord. Un notissimo autore della quasi scena horror underground internazionale, la camera panoramica a 360 piante di plastica in un angolo & luci casuali. Vaga puzza di merendine scadute e cera emulsio.

Come temevo cosa che succede sempre quando sembra che tutto stia andando bene The vampire’s widow è in standby che in codice significa mai-nella-vita, la tizia non risponde al telefono e una mail in netflixese dice che al momento le nuove idee e i nuovi progetti sono sempre nella lista dei loro desideri per un nuovo pubblico etc etc e che attualmente per il pubblico italiano stanno sviluppando il prequel di un sequel di un remake di una serie tipo Twilight ma con tocchi di Un medico in famiglia che non nominano caso mai la concorrenza cioè io mi mettessi in testa di sviluppare questa gemma da qualche altra parte nella fantomatica ipotesi che ci sia un’altra parte ma l’idea è quella di Stranger things o di Insidious che sono sempre delle idee di merda ma la merda oggi sembra il nuovo Chanel n 5 e io sono ancora disoccupato senza un orizzonte e nemmeno un castello con vampiro.

Alla fine tutte le serie di Netflix che mi sono dovuto sorbire per entrare nello spirito del network non sono servite a niente l’idea è sempre sempre la stessa cioé una puntata divisa in dieci e/o quindici dove non succede mai veramente niente tranne qualcuno che guarda fisso in camera sale la musica e appaiono i titoli di coda tanto la puntata dopo arriva subito mica dopo una settimana se no sai quanti vedrebbero la seconda puntata quindi mi dovrò concentrare su qualcosa fuori dal mainstream solo che fuori dal mainstream non ci sono soldi.

Per adesso all’orizzonte underground ci sono solo diversi festival sempre che ci siano i soldi per metterli in piedi ma c’è n’è uno che non tradisce quasi mai il Darkland che mi ha appena chiamato promettendomi che quest’anno hanno trovato un cimitero abbandonato dove fare le proiezioni con una vera cappella sconsacrata e devo chiedere al mio amico esorcista se esistono veramente i cimiteri abbandonati perché la cosa mi ricorda molto Poltergeist che voglio dire….

 

Annunci

SAPPIAMO CHE PRIMA O POI SUCCEDERA’ QUALCOSA (ovvero come guardare un serial moderno senza addormentarsi)

cpwvnf5xyaaispu

Interno giorno

Una orrida sala di multisala di periferia di grande città del nord. Mandrie allo stato brado di teen sbranano popcorn e commentano le elezioni americane. La camera zoomma su un noto autore underground nella penombra. Luci basse e vaga puzza nauseante di disinfettante alla lavanda.

Halloween e similia è finito senza horror in sala e ciclicamente devo vedere cosa fa la concorrenza o almeno loro credono sia così. È uscito finalmente un sequel che era da un po’ che non si vedevano solo che non avevo visto il primo ma non credo che conti: madre & figlie teen fanno finte sedute spiritiche, finalmente una storia originale, poi ovviamente la piccola sente le voci dei morti salta fuori un prete convincente come un film di Raul Bova poi la madre compra la Oujia board, ovviamente, ma è già finito il primo tempo. Ad un certo punto mi addormento e mi sveglio verso la fine dove una delle figlie è rinchiusa in manicomio, anche qui una gran botta di originalità, è vero che al cinema non si va per quello ma boh. Il mio amico esorcista dice che è questione di poco ma aprirà il nuovo canale per mistici svalvolati di tutto il mondo dice che metteranno anche i sottotitoli perché dice che ci sono già delle richieste da tutto il mondo e Sky sembra lì li per comprare ci sono voci che stia per lanciare un docu-fiction-fantasy-post-reality che vogliono chiamare Waiting for the light tipo Mistero di mediaset ma un po’ meno ridicolo e con esorcisti di spessore.

La cosa certa è che le serial americane di Sky sono fatte con lo stampino sembrano le canzoni di Ligabue e anche con il remake resequel requello dell’Esorcista che a sky per darsi un tono che non si capisce quale non hanno nemmeno tradotto il titolo, c’è un altro duo di teen e la madre cioé Geena Davis che tenta disperatamente di fare una faccia da horror il prete wannabe esorcista con ex amichetta e il prete esorcista in pensione fatto da un attore che di solito fa la parte di quello che muore all’inizio e di azione proprio non se ne parla anche perché arriveremo all’ultima puntata della prima stagione con la porta che si chiude e tutti che si guardano pensando ci tocca anche la season 2, non c’e niente da fare come anche per Westworld appena dovrebbe succedere qualcosa salta fuori Anthony Hopkins che guarda in camera e parte con lo spiegone filosofico mentre parla con quello che dovrebbe essere un robot ovviamente con il culo di fuori e ha la faccia di chi pensa che roba fantastica è la televisione dove ti pagano per guardare fisso in camera facendo l’intenso e chiamando la cosa qualità…

DANCING ON THE HEAD OF A PIN

iu

Interno incerto

Gli ormai ex studi di una seminota ma orrendamente popolare trasmissione culto con ex esorcisti semiposseduti & teen mistici.

Vago odore di candele & luci sacre.

Quello che rimane degli studi di Ti ho detto Vade Retro è la fantastica croce fluo che il mio amico esorcista dice che ha già attirato l’attenzione su Ebay dice che si riparte da un’altra parte e che questo canale ormai era diventato troppo piccolo per noi anche perché tutti i nostri sponsor storici soprattutto Avanti un altro ci hanno mollato clamorosamente e iutiub come sappiamo non paga cioé loro fanno i soldi e noi forniamo tutti gli svalvolati della zona aggratis che vogliodire. Netflix e/o HBO non si fanno sentire e Horrorland La luce si avvicina e Non siete mai stati soli i miei totali capolavori annunciati devono ancora aspettare non so perché intanto ri ri ritornano sequel ricose rifacimmenti restauri di tutto non solo al cinema ma soprattutto in tv tipo Westworld dove in due puntate ci sono due tizi che si guardano male robot-zoccole cowboy-disney tre quattro coglioni e Anthony Hopkins che fa la sua comparsa conciato come il nonno di Linda Blair ma con HBO è così scopriremo un twist in sei sette puntate cioé all’ultima puntata della serie dove qualcuno dice -è stato tutto un sogno- tiè.

Ovviamente a fine mese e con grande acume @Halloween arriva il boh remake in serie dell’Esorcista con Geena Davis al posto di Ellen Burstyn passata diverse volte a Botoxland ma è un horror e a queste cose non è che si può fare sempre caso poi c’è pure The Rocky Horror Picture show insomma siamo tutti incastrati in un gigantesco loop replay ma fortunatamente tutto in HD.

Il mio amico esorcista dice comunque è solo questione di aspettare che arrivi il momento buono perché i tentativi di imitazione del nostro show falliranno miseramente e giura che un nuovo megasponsor lo ha contattato, pare nel ramo della chimica o conservazione di corpi ma non ho chiesto, per ri rilanciare Ti Ho detto Vade Retro e dice che dobbiamo raccogliere nuove testimonianze e girare nuovo materiale e gli ho detto che nella zona abbiamo esaurito tutti i casi possibili e lui dice che questa volta possiamo andare anche in trasferta visto che ha ricevuto anche segnalazioni dall’estero e che il latino sembra ottimo e che quindi non serve altro che mettere giù qualche idea nuova e mi ha chiesto come me la cavo con il rumeno e ho detto ecco, dunque…

CATEGORIE POCO PROTETTE

GreatImaginary-TVSet

Interno simil-giorno

Un seminoto autore horror underground. La camera carrella in un orrido centro commerciale, greggi di teen che scorrazzano allo stato brado e casalinghe in colori fluo. Sbuffi insistenti di aria condizionata a -20 e puzza insistente di fritto scaduto.

Hbo, Netflix non si sono fatti sentire. I festival horror underground di agosto pure anche se non so se ne è rimasto qualcuno. Anche ParaInfernalia che di solito mi invita sempre ha dato buca ma ho saputo che hanno dei problemi per certi film scadenti che hanno proiettato senza autorizzazioni ma cos’è un festival underground senza quel brivido e senza l’odorama ormai con tutti questi serial americani con autopsie cadaveri & squartamenti live nessuno manco i teen si impressionano più e qualche sperimentazione è indispensabile poi se ci scappa un morto o solo qualche ferito cosa sono in nome dell’arte direi vittime senza colpa almeno questo è quello che dico sempre se non riesco a scappare prima.

Anche quegli incompetenti della Little Giants non hanno retto alla pressione del mercato o quello che è e il numero della tizia di Netflix Italia sembra sempre occupato e quando risponde qualcuno ha un vago accento cinese che non so ma La luce si avvicina e Post Vitam mi sembrano sempre grandi soggetti se solo qualcuno avesse il fegato e pure i soldi of course.

Il mio amico esorcista è preoccupato il canale non sembra volere riprendere Ti Ho detto Vade Retro la concorrenza dell’altro canale che ci ha spudoratamente copiato ci ha affondato e ci stanno scippando tutti i nostri migliori posseduti e quelli con il latino decente e ci sono rimasti solo quelli con le visioni che però non sono particolarmenti popolari anche perché sembrano tutti usciti da un dossier di Famiglia Cristiana ma la cosa che mi preoccupa è che mi continuano a parlare della serie di Netflix Stranger Things che non è esattamente la mia idea di fiction e se l’idea di fare mischioni di ET Poltergeist Scream & Nightmare prende piede io sono a terra cioé ancora di più che non so se sia possibile ma boh.

Certo che potrei riprendere il mio soggetto di Non siete mai stati soli con il gruppo di teen amici che scopre di essere tutti figli degli stessi genitori che li hanno fatti adottare a diverse famiglie dello stesso quartiere e a un certo punto la famiglia originale che è ovviamente dedita a riti abbastanza agghiaccianti li rivuole indietro per dei motivi che adesso non mi ricordo ma se a Netflix vogliono spingere un po’ più sull’acceleratore io sono qui….

 

DOVE ERAVATE RIMASTI

27ishioka1-popup

Un semi squallido ufficio di seminota casa di produzione di grande città del nord. La camera panoramica un po’ a caso cercando il solito autore horror underground. Luci tipo Lubezki ma con meno pretese.

La tizia di Little Giants credo di averla vista già da qualche altra parte ma siccome non riconosco mai nessuno sorrido e lei dice che fino a poco tempo fa lavorava, si fa per dire, alla ThinkBig che sembra sia disgraziatamente fallita e non capisco proprio perché si erano lanciati nella Horror Kitchens dove uno chef impazzisce e tutti devono scappare ma prima devono fare in tiramisù ma adesso dice è tutta un’altra storia e si ricordava di me d’altronde chi non e l’idea adesso è di produrre una miniserie su Nostradamus e devo dire che non ci avevo pensato nemmeno io.

Prima di entrare in spinosi particolari, budget soldi bonifici, la tizia dice che è un progetto a lungo termine e penso mini serie lungo termine eh? ma che ha avuto la greenlight e che l’unico che potrebbe scrivere e girare questa serie sarei io come darle torto solo che c’è un piccolo particolare e già vedo una serie di assegni postdatati ma non è questo è che avevano già contattato un altro regista e che hanno già una sceneggiatura solo che all’ultimo il tizio/a si è dato e penso ecco la fregatura e le dico che io MAI ho lavorato con qualcosa scritto da altri e lei dice che capisce e io dico che sono contento che lei capisce e che sarebbe contenta che io ri-scrivessi tutto da capo solo che ci sarebbero alcuni paletti e dico che come li scarto io i paletti non c’è nessuno e la tizia inizia a ridere quella risata falsa ma le dico che in tre giorni le posso scrivere una fantastica puntata pilota e lei dice sì sì ma pensando no no e sento che c’è qualcosa sotto che non mi vuole dire solo che non oso chiedere ma sospetto che sia qualcosa che finirà su Mediaset o peggio ancora Sky visto che non credo siamo in area Netflix ma dico che con un castello vero io posso fare qualsiasi cosa, quasi.

Io già vedo questo grande inizio con Nostradamus che suona il piano in questa enorme sala di castello e inizia a scrivere le sue profezie la camera panoramica e si solleva e si vede che lui e il pianoforte sono su un mucchio di cadaveri perché lui ovviamente è un vampiro, posso cedere sul castello ma di Raul Bova non se ne parla…

MORE HORRORLAND

images.duckduckgo

Tags: ex parco divertimento posseduto ex prete giornalista Devil’s Eye fiction horror teen che finiscono male cast che finisce male.

Le riprese iniziano, la giornalista che fa finta di essere un’attrice con telecamera quasi nascosta deve fare una scena dove entra nell’ex tunnel dell’orrore dove tutti sanno che è successo l’incidente l’ex prete anche lui attore deve girare la scena insieme a lei solo che lui ha avuto una visione dove tutti e due ci restano nell’incidente solo che non capisce se è stato prima o dopo ( arriva un flashback che spiega un po’ le cose ma non troppo). Gli spiriti maligni che abitano il parco iniziano a farsi vedere ma con tipo facce normali qui veniamo a sapere per la prima volta che il luogo ospitava un antichissimo cimitero e luogo sacro dove si facevano sacrifici umani per andare in un luogo che pensavano fosse l’Aldilà .

La giornalista comincia a capire che c’è qualcosa che non va ma è vagamente troppo tardi e intuisce che può salvarsi solo con l’aiuto dell’ex prete il prete capisce che gli spiriti in realtà vogliono solo lei perché potrà finalmente aiutarli ad aprire la porta che li separa da questa specie di aldilà che per adesso è tipo molta luce e una irritante musica tipo Goblin.

Adesso si capisce che lei è in realtà la discendente di un’antica sacerdotessa cioè medium che nei tempi antichi ma tanto antichi permetteva ai viventi di accedere a questo posto tipo paradiso ma con meno musica e angeli; qui bisogna spiegare bene perché se no la gente che guarda si confonde tipo una puntata intera soprattutto il particolare che l’ex prete ha capito la cosa fondamentale cioè che questo aldilà somiglia tipo all’inferno cosa che gli spiriti non hanno preso bene e per quello hanno provocato l’incidente, in mezzo allo spiegone un po’ di clip con flashback del giorno dell’incidente dove schiattano uno dietro all’altro e il cast che ce lo giochiamo & effettazzi ralenti e botte di bianco e nero che confonde un po’ le idee.

Finale :

l’ex prete in mezzo al casino cerca di convincere le anime dell’ex parco di non aprire la porta perché tipo non è quello che pensano sia la medium attrice giornalista dice no io vado con loro perché appartengo a loro e arriviamo alla rivelazione finale: quelli della casi di produzione della Devils Eye sono in realtà quelli che abitavano nell’antichità l’ex parco di divertimenti che all’epoca era tipo Stonehenge ma un po’ meglio e che attorno al tavolo fanno una specie di rito che aveva come scopo fin dall’inizio di riportare le anime verso l’aldilà/inferno.

Perché?

Questo nel sequel….

HORRORLAND

joyland-gadling

Pilot di serie Horrorland un parco divertimenti abbandonato dove una cosa tipo HBO o Netflix ma con meno pretese vuole girare un serial basato su una storia quasi vera un parco di divertimenti chiuso per incidente dove sono morte tipo 40/50 persone che viene usato come set poi la produzione scopre da un/a medium che sul parco c’è una maledizione ma loro vogliono girare lo stesso perché pensano di risparmiare sugli effetti speciali a ogni puntata muore metà troupe e attori quindi serie tipo su 5 6 puntate  fino a che rimane qualcuno con finale e diverse possibilità di sequel.

PLOT

Interno giorno

Interno ufficio di casa di produzione meeting con regista sceneggiatore produttore della serie Horrorland. La camera zoomma sul trio intento a guardare foto della location parco abbandonato. Le foto scorrono su aipad bianco e nero. No dialoghi. Luci basse.

Interviste con il futuro cast e vari flasback un po’ a cazzo sulle loro vite che ovviamente nascondono qualcosa di torbido che al momento giusto salterà fuori. Uno di loro, che sopravviverà perché la sa lunga, è un attore ex prete che ha preso i voti dopo l’incidente al parco e che dopo ha mollato per un motivo che scopriamo dopo. Lui sa qual è l’origine della maledizione che grava sul parco ma non la rivela a nessuno tanto meno a noi anche perché è l’unico motivo di interesse di tutta la serie ma nel pilot c’è un flashback pure nel futuro per dare una scossa al pilot che se no non ci guarda più nessuno. La produzione, Devil’s Eye, sa ovviamente tutto uno di loro sa anche qualcosa che non sanno gli altri ma che non ci vuole granché per capire almeno spero.

Altre interviste tra cui l’altra che sopravvive, gli altri che schiattano subito hanno meno spazio, che scopriamo che è una giornalista che sta scrivendo quello che spera lo scoop della sua vita e si finge un’attrice per scoprire cosa c’è sotto all’incidente e alla maledizione del parco: ha una telecamera nascosta che i coglioni di tecnici della troupe non riescono a vedere. Abbiamo così un film dentro un film che non è questa idea originale ma ci sta sempre bene perché sembra sempre qualcosa di nuovo e avanguardia e ai teen piace. La cosa quasi nuova è che quando la giornalista rivede quello che ha girato mentre fa finta di fare le prove della scena scopre che il girato risale al periodo dell’incidente quindi al passato e che quindi ovviamente è costretta ad andare avanti per completare lo scoop.

(fine prima parte)