NIHIL NOVUM SUB NETFLIX

Interno incerto

Un orrido ufficio di grande e seminuovo palazzo in centro di nota città del nord. Un notissimo autore della quasi scena horror underground internazionale, la camera panoramica a 360 piante di plastica in un angolo & luci casuali. Vaga puzza di merendine scadute e cera emulsio.

Come temevo cosa che succede sempre quando sembra che tutto stia andando bene The vampire’s widow è in standby che in codice significa mai-nella-vita, la tizia non risponde al telefono e una mail in netflixese dice che al momento le nuove idee e i nuovi progetti sono sempre nella lista dei loro desideri per un nuovo pubblico etc etc e che attualmente per il pubblico italiano stanno sviluppando il prequel di un sequel di un remake di una serie tipo Twilight ma con tocchi di Un medico in famiglia che non nominano caso mai la concorrenza cioè io mi mettessi in testa di sviluppare questa gemma da qualche altra parte nella fantomatica ipotesi che ci sia un’altra parte ma l’idea è quella di Stranger things o di Insidious che sono sempre delle idee di merda ma la merda oggi sembra il nuovo Chanel n 5 e io sono ancora disoccupato senza un orizzonte e nemmeno un castello con vampiro.

Alla fine tutte le serie di Netflix che mi sono dovuto sorbire per entrare nello spirito del network non sono servite a niente l’idea è sempre sempre la stessa cioé una puntata divisa in dieci e/o quindici dove non succede mai veramente niente tranne qualcuno che guarda fisso in camera sale la musica e appaiono i titoli di coda tanto la puntata dopo arriva subito mica dopo una settimana se no sai quanti vedrebbero la seconda puntata quindi mi dovrò concentrare su qualcosa fuori dal mainstream solo che fuori dal mainstream non ci sono soldi.

Per adesso all’orizzonte underground ci sono solo diversi festival sempre che ci siano i soldi per metterli in piedi ma c’è n’è uno che non tradisce quasi mai il Darkland che mi ha appena chiamato promettendomi che quest’anno hanno trovato un cimitero abbandonato dove fare le proiezioni con una vera cappella sconsacrata e devo chiedere al mio amico esorcista se esistono veramente i cimiteri abbandonati perché la cosa mi ricorda molto Poltergeist che voglio dire….

 

DOVE ERAVATE RIMASTI

27ishioka1-popup

Un semi squallido ufficio di seminota casa di produzione di grande città del nord. La camera panoramica un po’ a caso cercando il solito autore horror underground. Luci tipo Lubezki ma con meno pretese.

La tizia di Little Giants credo di averla vista già da qualche altra parte ma siccome non riconosco mai nessuno sorrido e lei dice che fino a poco tempo fa lavorava, si fa per dire, alla ThinkBig che sembra sia disgraziatamente fallita e non capisco proprio perché si erano lanciati nella Horror Kitchens dove uno chef impazzisce e tutti devono scappare ma prima devono fare in tiramisù ma adesso dice è tutta un’altra storia e si ricordava di me d’altronde chi non e l’idea adesso è di produrre una miniserie su Nostradamus e devo dire che non ci avevo pensato nemmeno io.

Prima di entrare in spinosi particolari, budget soldi bonifici, la tizia dice che è un progetto a lungo termine e penso mini serie lungo termine eh? ma che ha avuto la greenlight e che l’unico che potrebbe scrivere e girare questa serie sarei io come darle torto solo che c’è un piccolo particolare e già vedo una serie di assegni postdatati ma non è questo è che avevano già contattato un altro regista e che hanno già una sceneggiatura solo che all’ultimo il tizio/a si è dato e penso ecco la fregatura e le dico che io MAI ho lavorato con qualcosa scritto da altri e lei dice che capisce e io dico che sono contento che lei capisce e che sarebbe contenta che io ri-scrivessi tutto da capo solo che ci sarebbero alcuni paletti e dico che come li scarto io i paletti non c’è nessuno e la tizia inizia a ridere quella risata falsa ma le dico che in tre giorni le posso scrivere una fantastica puntata pilota e lei dice sì sì ma pensando no no e sento che c’è qualcosa sotto che non mi vuole dire solo che non oso chiedere ma sospetto che sia qualcosa che finirà su Mediaset o peggio ancora Sky visto che non credo siamo in area Netflix ma dico che con un castello vero io posso fare qualsiasi cosa, quasi.

Io già vedo questo grande inizio con Nostradamus che suona il piano in questa enorme sala di castello e inizia a scrivere le sue profezie la camera panoramica e si solleva e si vede che lui e il pianoforte sono su un mucchio di cadaveri perché lui ovviamente è un vampiro, posso cedere sul castello ma di Raul Bova non se ne parla…

APPLE UNDERGROUND

fuoritutto

Uffici di qualcosa in periferia di grande città del nord. La camera con grandangolo panoramica fino all’esaurimento in interno con simil creativi e seminoto autore horror underground. Luci di aiped diffuse e vago odore di moquette anni 70.

(parte II)

Il tizio dei droni incontrato al quasi festival horror underground ha chiamato per un incontro in una orrida zona di uffici intrappolata in un periodo compreso tra il ’74 e il ’77 interessante il ponte che collegava edificio con la strada tipo Cassandra Crossing con diverse possibilità un giorno che decideranno di bombardare il posto, basta che avvertano con un po’ di anticipo. All’incontro partecipano diversi personaggi che il mio radar underground classifica come MST *e SK+ * che ovviamente non mi degnano di uno sguardo e sento che stanno commentando sul nuovo ( nuovo?) paranormalquello e che non si sa perché qui non si riescono a fare film del genere che fanno un sacco di soldi e che adesso pure Apple si vuole lanciare nella produzione di serial e cose del genere stile Netflix che a proposito non si sono ancora fatti sentire.

Il tizio drone dice che vuole esplorare strani e nuovi mondi là dove nessuno è mai giunto prima ma nessuno capisce la battuta e penso che siamo come al solito messi abbastanza male ma all’improvviso il mood del meeting diventa interessante quando uno dei tizi molla uno dei tre aiped e annuncia che in realtà ha avuto dei contatti o forse dice contratti boh con qualcuno proprio della Apple che sta sondando autori e registi e cose del tipo e per caso potevo essere sondato e come dire di no anche se non ho ancora capito se ci devono essere dei droni e il tizio drone dice che sarebbe meglio visto che li fornirebbero proprio loro e inizio a pensare a come verrebbe un castello con fossato dall’alto e penso mah.

Il tizio dice che il loro target per queste prime produzioni sarebbero i teen e post teen solo che vorrebbero un prodotto di classe tipo horror per famiglie ed inizio ad avere diverse visioni di scene senza dialoghi e piani sequenza alla Kiarostami ma che hanno bisogno di vedere diversi pilot prima di prendere la decisione di prendere in considerazione l’idea di pensare di iniziare a mettere in moto la macchina della produzione e so che per quel momento potrei essere dietro a un banco del mac a chiedere milkshake a che gusto.

Il tizio drone torna all’attacco e dice che ho cioé abbiamo diverse idee fantastiche e che abbiamo trovato una location stra or di na ri a di una fabbrica abbandonata e mi viene in mente quello script che in parte volevo girare in Vietnam per la Vietnam Film Commission che mi sembra fosse Early burial ma devo rileggere i miei appunti…

* prodotti mediaset e sky

LA VISIONE E’ CONSIGLIATA AD UN PUBBLICO QUASI ADULTO

0.1438533856958.gioaladdinsane@yahoo.it

Esterno sera

Una orrida zona di parcheggio destinata a festival in zona periferica hinterland di grande città del nord. La camera panoramica sul pubblico e sugli stand di frittelle e salsicce. Nugoli di zanzare cannibali e insistente puzza di olio rancido. Luci inguardabili.

Non c’è rimasto quasi più niente di festival underground tantomeno horror underground anche perché le ultime due sale che ospitavano le rassegne sono andate quasi misteriosamente a fuoco e quelle parrocchiali non si capisce perché si ostinino a rifiutare gemme come Messa per il messia o Cripta-ta non-ostante le mie continue rassicurazioni della lotta comune  contro i maligni ma boh e quindi quello che è rimasto sarebbe Ultima Visione con materiale non alla mia altezza che non so qual è ma che di sicuro non è questa e film come Dont wake 1 e 2 e Dont breathe 1, 2 e 3 mi lasciano sempre un po’ così ma visto che Netflix non dà segni di vita devo rimettermi un po’ in pista e fare vedere a tutti che l’horror underground è sempre l’horror underground ecco.

In più l’organizzatore mi aveva promesso che avrebbe fatto vedere Nonvivo che ero molto curioso di vedere anche se nessuno sa né la trama o altro e so solo che si interrompe a metà per tipo mezzora ma il resto è un mistero e il tizio che non conosco mentre tracanna un litro di qualcosa che mi sembra solvente diluito con mastrolindo dice che lui e altri vorrebbero produrre che è la parola magica un film, un film intero, ovviamente horror underground e chi altri visto che Sergio Arranca credo sia morto o lavori per Mediaset che è lo stesso se non me medesimo potrebbe e ho pensato ecco è la volta buona, cioé una di quelle che sembra buona.

La cosa interessante è che hanno a disposizione dei droni per le riprese cosa che mi ha vagamente spiazzato ma sembra che oltre a bombardare o cose simili servano anche a fare riprese aeree e anche se non sono un esatto fan di primi piani camere a sbracciate e carrelli delle panoramiche tipo Linea Verde o Quark mi sembra che ammazzino un po’ il pathos e l’azione ma in questi tempi grami bisogna prendere quello che c’è e il tizio dice che potrei pensare a qualcosa ma al momento non posso riciclare niente di quello che ho giò scritto visto che cimiteri e castelli dall’alto non mi sembrano facciano questa figura ma c’è sempre una prima volta…

(to be continued)

DISPOSITIVO IN ALLESTIMENTO

CJfAySFWsAARAmP

Interno indefinito

Netflix. Possibile anche HBO. Più netflix forse. Serie da 45 min serie da 30 min. Miniserie a 5 puntate. Diverse location possibilmente con castello. No greenback se possibile e vampiri che somigliano a tom cruise o halle berry. La Luce si avvicina, plot vampiri a capo di azienda che produce software per giochi di ruolo online con sede vicino circolo polare con 6 mesi di buio e sei giorno costruiscono città sotterranea dove vivono si fa per dire invitando per cena i locali che iniziano a scocciarsi molto rapidamente visto che nessuno torna da quelle cene e fanno ricerca sempre online per qualcuno che li possa aiutare e risponde un ex vampiro guarito diventato prete che arriva al circolo polare e vuole costruire una chiesa di vetro dove attirare i vampiri per farli ritornare umani almeno dieci puntate con chiesa vera almeno plexiglass e idee per la città sotterranea.

Il sole non sorge un teen scopre dall’archivio di un prete esorcista impazzito e misteriosamente sparito che esiste un elenco di persone che sembrano umani ma che in realtà sono vampiri e scopre pure che nella città dove abita ci sono un sacco di vampiri e che pure tutti i suoi vicini di casa sono vampiri lui è indeciso se tagliare la corda o fare qualcosa ma ovviamente la seconda solo che il prete ha lasciato un messaggio dove dice che solo lui può salvare la baracca solo che deve fare una seduta spiritica per evocare uno spirito che non è proprio amichevole ma che può dargli diverse dritte su come se non sconfiggere mettersi di traverso ai vampiri e questo spirito evocato dopo diversi tentativi gli dice che il piano dei vampiri sarebbe di non fare sorgere il sole per un giorno intero come fanno non si capisce ma questa cisa gli serve per motivi che sono ovvi ma lo spirito vuole qualcosa in cambio tipo il suo corpo o qualcosa del genere e finisce tipo con lo spirito che vuole vendicarsi dei vampiri perché gli hanno fatto fuori l’amata o tipo qualcosa del genere con scontro finale in cimitero o chiesa dipende da cosa viene meglio.

Post vitam un vampiro si sta costruendo una nave spaziale con mini cimitero incluso per motivi misteriosi uno scienziato quasi pazzo vuole aiutarlo perché ha scoperto che la nasa ha mentito su Plutone visto che ha intercettato le vere foto che ha spedito la sonda e vuole fare qualcosa molti effetti speciali pochi dialoghi e botte di musica classica tipo molto filosofico tipo kubrick non so magari abboccano vediamo….

PERVERGENT

CAdI-EzWwAA-T7W

Interno giorno

Un’orrida sala di multisala in orrida periferia hinterland di grande città del nord. La camera zoomma su un seminoto autore horror underground e panoramica su gruppo di teen alle prese con un sabba digitale. Voci e commenti insopportabili in sottofondo e vaga puzza di popcorn scaduto.

La clip di The Day with no light è interessante dura circa quattro secondi e venti centesimi ma comedire credo che funzioni gli “esperti” del team della ThinkBig sono entusiasti i titoli sono fantastici ammetto e l’urlo in sottofondo è particolarmente convincente anche se ignoro completamente l’uso futuro ma boh mi hanno promesso che convinceranno i loro clienti che ho scoperto essere quelli dell’Outlet del Funerale a usarmi come regista con budget vagamente superiori cosa certa visto che è credo impossibile andare sotto zero ma solo forse.

Ho già detto comunque che sono fuori dal discorso cimiteri di notte e castelli pericolanti anche se qui posso fare delle concessioni ma avrei già delle grandi idee ma il mainstream chiama sempre e uno dei tizi della ThinkBig che onestamente faccio fatica a distinguere uno dall’altro e fondamentalmente fanno tutti la stessa cosa che credo sia social media strategist che ho rinominato social media stragist mi ha detto in tono quasi confidenziale che ammira molto tutto il mio lavoro tra l’altro chi non e che hanno grandi progetti e mi ha consigliato di andare a vedere Insurgent perché sembra che vogliano fare qualcosa sulla falsa molto falsa riga e ho iniziato ad avere visioni che stranamente non includevano bonifici ma solo sequenze molto molto buie e cerchi concentrici nel grano.

Il film è credo una seconda parte di qualcosa che comunque sono stato molto felice di avere perso lei è l’eroina un po’ Shirley Temple un po’ Linda Blair che si taglia i capelli per finire a cercare di sgozzare un tizio con la mimica di un clown mcdonald in una mensa tipo Ikea poi arriva il moroso che è chiaramente insoddisfatto e ad un certo punto arriva una buzzicona che dice qualcosa tipo c’avete rotto ve ne dovete annà. Ad un altro punto si fanno delle pere e lei vede cose arriva il fratello con labbra a risucchio e una bionda che somiglia a Kate Winslet. Tra una pera e l’altra compare la madre di lui che believe it or not è più giovane del figlio e l’eroina è particolarmente seccata ma non lo dà a vedere. Finisce con loro che vagano per i campi tipo Hair ma la musica è una merda. Credo segua altro sequel.

Prendo degli appunti mentali e credo che il media stragist fosse rimasto affascinato dalle rovine del film che in questo momento storico qui abbondano senza bluescreen e ho già un’idea di un vampiro che viene dal futuro che ha inventato una droga che fa qualcosa che non mi viene in mente ma il titolo dovrebbe essere qualcosa come My name is Viktor F che voglio dire…

 

NEL SEGUENTE POST SARANNO INSERITI MESSAGGI QUASI PUBBLICITARI

Boys watch Christmas Eve broadcast from Apollo 8 astronauts in space

Uno studio post televisivo di un totalmente sconosciuto canale satellitare a sfondo quasi religioso. La camera zoomma su un noto esorcista scomunicato e su un noto autore horror underground che discutono sullo sfondo di una scenografia carbonizzata. Luci al neon e vago odore di bruciato.

Il nostro ex scenografo piromane ha colpito ancora le scene di Ti ho detto Vade Retro che alla fine era una croce oversize di plastica e tre neon sono finite in fumo la clinica dove era rinchiuso declina ogni responsabilità quando il loro paziente è fuori e i vicini iniziano a lamentarsi ma ne hanno sempre una prima erano i fan della trasmissione adesso il fumo che abbiamo giurato era quello dei ceri che accendiamo per la diretta quindi fumo sacro questi blasfemi miscredenti.

Il mio amico esorcista è abbastanza pessimista dice che ha girato del nuovo materiale questa volta tutto da solo senza il mio aiuto e ce ne sarebbe abbastanza per due puntate e uno speciale e anche un dossier ma il canale dice che dobbiamo ancora aspettare sembra anche che ci siano dei problemi per le frequenze tipo un canale all news di fritti o cuochi prestigiatori vogliono prendere il nostro posto ma noi non ce andremo senza lottare o almeno senza un consistente bonifico o le due camere in hd che non vedo un uso migliore se non per l’horror underground.

La news è che questa nuova casa di produzione che mi sta tampinando da un’eternità ma sempre per cose tipo aggratis o sul genere questa volta dice che mette sul piatto una certa somma che mi sembra il modo migliore per iniziare una collaborazione e l’idea da quello che ho capito dalla mail sarebbe di scrivere una puntata pilota molto pilota a patto che riesca a infilare di qua e di là praticamente pure nei titoli di coda lo sponsor di una crema tipo stucco per rimanere quasi giovani almeno in assenza di primi piani e luce diurna, la cosa si chiama Eternity e mi chiedono se andrebbe bene anche per il titolo e ho risposto che ok ma il titolo che per me è metà del film lo scelgo io e nobody else.

L’idea sarebbe rifare Non esco di giorno il mio quasi capolavoro incompiuto e ri-chiamarlo Esco sempre di giorno dove il vampiro che lavora in un’azienda chimica o checazz ha scoperto una formula che fa resistere i vampiri alla luce del sole non dico tutto il tempo che non siamo mica in quella minchiata di Twilight solo che ha degli effetti collaterali interessanti che quando sta per scadere l’effetto loro hanno bisogno di diversi litri di 0 negativo e altre cose che devono venirmi in mente e sto ancora aspettando la risposta e devo ricordarmi che se mi danno l’ok voglio un castello vero questa volta me lo merito…

É GRATIS MA NON CREDO PROPRIO CHE LO SARA’ PER SEMPRE

Biglietto varo Titanic

ESTERNO GIORNO

 

Una strada centrale di grande città del nord. La camera panoramica sulle comparse mentre un seminoto regista e sceneggiatore underground cammina con un seminoto producer. Luci quasi naturali.

 

É ancora pausa per Ti Ho detto Vade Retro, abbiamo girato qualcosa con la tizia con la doppia possessione e delle interviste interessanti con dei teen che commentano la proposta di corsi di esorcismo pratico nelle scuole, soprattutto verso diversi professori di matematica e fisica e la presenza del maligno in ****book.

Ieri un tizio che dice di ammirare smodatamente il nostro, cioé il mio, lavoro nel canale mi ha scritto che ha una proposta molto interessante per il futuro, anche se non ho capito di chi, penso sempre a When I was Dead e all’assessore della location che mi chiede in continuazione quando iniziamo le riprese perché sembra che il castello stia per crollare cosa che aggiungerebbe un certo brivido underground alle riprese e che pure il cimitero ha avuto dei problemi con le ultime piogge che sembra abbiano provocato un effetto Poltergeist che vogliodire mi ricordano i miei primi mini horror underground e tutto quell’indimenticabile realismo.

Il tizio producer dice che il vero problema dell’underground sono, ma no, i soldi lui sembra che lavori per una multinazionale di additivi chimici ma dice che bisogna sfruttare questo filone horror/mistico/psicotico così popolare fra i teen che dice che sono stanchi di questa serie di pupazzi e pupazze twilight e che vogliono più realismo e partecipazione diretta e dico che non posso essere più d’accordo anche se so che la curia avrebbe sicuramente qualcosa da ridire.

L’importante è tirare dentro gli sponsor con una proposta ggiovane e dice che ormai è il momento e mi chiede se ho presente Mistero e dico che forse e dice che questo bisogno di spiritualità  deve essere incanalato da qualche parte, per esempio dalla nostra parte e penso che ultimamente abbiamo leggermente esagerato ma il tizio dice che bisogna sempre accelerare per non sbandare in curva e mi domando che tipo di assicurazione e soprattutto che macchina ha.

La proposta è introdurre uno spazio che vorrebbe chiamare tipo MTV Exorcise This un po’ reality un po’ snuff movie mi sembra dove il pubblico interagisce girando e votando i video e cercando pure di incoraggiare la creatività però non solo nel campo mistico ma a comedire 360 nel campo della malattia mentale, dice che i teen hanno molta iniziativa e una volta che iniziano non si sa mai come si finisce, io credo con dieci anni con la condizionale…

IN QUASI MEMORIAM

>>>ANSA/IL PAPA SI DIMETTE, SENTO IL PESO, PENSO AL BENE DELLA CHIESA

Una grande piazza in nota capitale di paese europeo. Una batteria di 50mila W illumina a giorno la facciata di una grande e sobria cattedrale, mentre il cielo si apre e la fly cam zoomma verso una mano gigantesca che scende. Le comparse guardano verso l’alto, il regista con il megafono urla -buona la prima-. Vago odore di incenso e sottofondo di nenie in latino.

 

Credo che sia tipo l’alba il mio amico esorcista mi chiama e dice di accendere la tv che tra l’altro era ancora accesa in loop su Heimat 2 e vedo una tizia che sembra stia facendo un provino per un film di muccino che dice che ci mancherà mentre penso anche se non so di chi sta parlando non credo proprio. Chiama anche la nostra producer che dice che stasera dobbiamo fare una puntata straordinaria di Ti Ho detto Vade Retro e dice che vuole invitare in diretta la posseduta, non quella delle stimmate a forma di cuore l’altra che parla latino con errori nelle declinazioni, e farci rivelare il nome del prossimo papa che sicuramente il maligno dovrà temere moltissimo, dice che non ci dovrebbero essere problemi con la censura della curia visto che in questi momenti è impegnata in altre faccende, io penso boh ma ogni tanto bisogna rischiare, siamo sempre underground comunque.

C’è anche da risolvere il problema del nostro scenografo, la clinica dove è rinchiuso dice che l’ultimo rogo che ha appiccato incendiando l’ufficio della direttrice che non ha apprezzato il suo ultimo lavoro non è passato inosservato, e bisogna inventarsi una scusa per tirarlo fuori visto che in teoria ne avremmo bisogno per il programma, la nostra producer è diventata una sua fan e dice che a parte i costi per gli estintori e gli idranti le sue scene ci fanno guadagnare audience e popolarità fra i teens, non so se l’ha letto su Variety o repubblica, ma quello che conta è che sembra sia entusiasta di produrre When I was Dead e ho già visto un castello con fossato che è una gemma anche se ha questo ponte levatoio che sembra l’abbiano comprato da Ikea ma penso che in post produzione lo possiamo far passare come se fosse uscito da un set di harripotter.

C’è anche sanremo in pista che comunque ho già detto che non ci fa concorrenza ma il mio amico esorcista dice che recentemente una tizia che è diventata una fan del programma e afferma di parlare con Santa Chiara il mercoledì pomeriggio sembra che faccia delle cover interessanti in chiave religiosa di Lady gaga e che non sarebbe male darle uno spazio e anche il nostro sponsor delle pompe funebri Avanti un altro dice che sarebbe una mossa, dopo il rifiuto del festival che ha detto no alle sue corone sul palco che sembrano sia deprimenti e non so se più in basso di così si può andare e penso sì, sicuro….

NO EXIT

tumblr_m8o05zrzyM1rubozqo1_500

 

Una orrida sala di semi periferia di zona hinterland di grande città del nord. La camera zoomma un po’ a caso. Titoli di coda. Flashback : un seminoto sceneggiatore underground cerca un modo economico di vedere lo spettacolo del pomeriggio con l’ottima spiegazione che nessuno dei film in cartellone vale 50 centesimi. Luci artificiali e nauseante puzza di popcorn scaduto.

 

 

Stanno scarseggiando horror di qualsiasi livello e serie di recente al cinema, qualsiasi cinema e da quando il nostro cinema di quasi essai , l’Exhuma, ha chiuso per colpa di quegli intransigenti di Amnesty e associazioni umanitarie, ma dico che sono solo pregiudizi e che nella sezione Crimini contro il cinema e l’umanità in genere ci dovrebbero essere quel duo di idioti e qualsiasi film seguito da un numero, non c’è rimasto veramente niente da vedere e fino a che non uscirà When I was Dead cosa che temo sarà lunghina il pubblico non potrà sapere cosa è il realismo nel cinema horror, ecco.

Visti anche i problemi all’ingresso che ormai si ostinano a controllare anche le proiezioni del pomeriggio che vogliodire sono finito ad entrare all’uscita aspettando i tizi che escono dallo spettacolo, tra un po’ sospetto metteranno delle telecamere pure qua questi mentecatti delle multisala e l’unico film a disposizione era una cosa che puzzava di anni 70, l’unico vero vantaggio era che sembrava francese, un film italiano anni 70 proprio no, dei tizi modello ggiovane e semirivoluzionario cercano di dare fuoco a una scuola, senza riprendere il tutto fra l’altro e mi dimentico che ai tempi ****book non c’era e il tizio giovane e la tizia giovane a un certo punto finiscono in Italia solo che lui a un certo punto pensa sì però io sto a Parigi e la tizia dice, ma non ci crede veramente, voglio andare a Reggio Calabria e lì si capisce che non si vedranno altre scuole andare a fuoco, purtroppo.

Intanto sto pensando anch’io alla mia scena dell’incendio al castello in When I was Dead, fanno sempre il loro effetto e da quando conosco il nostro scenografo piromane non vedo l’ora di sfruttare il suo talento naturale e la mia seminuova producer quella di Binario quasi morto dice che è vero, è tempo che il mio, cioé nostro, capolavoro veda la luce, meglio il buio delle sale solo che suggerisce di fare una cosa tipo documentario e le dico che in questo settore hanno già dato con risultati che vogliodire, i paranormalqualcosa e le streghe del kaiser del bosco etc etc ma dice che ha contatti con le scuole e potrei avere un circuito del genere magari presentandolo personalmente con il mio amico esorcista che non è proprio quello che pensavo, tipo il Kodak theatre o Cannes, ma lei dice che quello che chiedi e quello che ottieni sono sempre due cose diverse e penso se hanno detto la stessa cosa a Spielberg o Kubrick e penso improbabile….