ABANDON

vlcsnap-2011-12-24-18h22m38s0

Ovvio Interno giorno

Un appartamento di semicentro di grande città del nord. La camera zoomma su un quasi notissimo autore horror underground e su centinaia di fogli e appunti sparsi per tutte le stanze. Vago odore di patatine e coca cola sgasata. Luci seminaturali.

La solita tizia di Netflix mi chiama per sapere come va non mi ricordo dove e se ci siamo lasciati e le dico non mi ricordo e le dico che forse era Black Twins i gemelli con la maledizione dei genitori e sento uno strano silenzio e mi chiede se in questi tempi calamitosi avevo per loro qualche idea visto che hanno bisogno di aggiungere qualcosa alla loro scarsa/issima lista di horror di qualche valore e mi chiede se per caso farei una chat video call con altri producer e dico sì certo e già ho una visione di teen rinchiusi nelle loro stanze e camera fissa e mi dice di aspettare un attimo che organizzano la cosa intanto mi metto a cercare qualche vecchio spunto lasciato come al solito indietro e mi viene in mente quella volta che ho lasciato una camera fissa in tre o quattro cimiteri che volevo usare come sequenza iniziale per il director final cut del mio capolavoro Seppelliscimi Ancora che poi non ho usato non mi ricordo perché e che penso che potrei usare con la nuova sceneggiatura che sto scrivendo che sarebbe Abandon sulla maledizione che cade sui cimiteri che vengono abbandonati.

Mentre sento che un altro capolavoro horror underground sta nascendo la tizia mi richiama chiedendomi di collegarmi con Skype che non sapevo che funzionasse ancora e sullo schermo appaiono due quadrati con immagini molto disturbate cosa che mi ricorda molto Zombie di Romero quello del centro commerciale e sento solo un audio singhiozzante e la tizia mi dice se sento e/o vedo e dico non proprio e mi dice che in collegamento c’è un suo collega anche lui ovviamente ammiratore dell’horror underground che ad un certo punto sento tipo voce oltretomba che mi dice che vogliono fare una nuova serie da lanciare in questi mesi e che vista la situazione di emergenza hanno già approntato uno studio particolare dove girare e se ovviamente avevo qualche idea perché sarebbero proprio interessati solo che dovevo tenere conto delle limitazioni e dei vincoli come se l’horror underground ne potesse avere. Dico che ho diverse idee e che Netflix visto che è sempre all’avanguardia sarebbe la prima a proporre in anteprima una serie che sarebbe solo un’introduzione ad un’altra che svilupperebbe poi in pieno e sento un silenzio preoccupante che non so se è tecnico visto che non vedo nessuna faccia e continuo illustrando brevemente il mio pitch di Abandon dove diversi preti di una zona di campagna si chiamano freneticamente in questi giorni visto che come ben sanno quando i cimiteri vengono abbandonati i morti tendono ad essere inquieti e fare cose che comedire disturberebbero un po’ i viventi e si mettono d’accordo per entrare a turno ovviamente di nascosto nei cimiteri per fare quel rito che loro sanno per tenere i morti dove stanno. Dico che ho dell’ottimo girato dal vero sui cimiteri e che montato ad arte e con sequenze da interno ne può venire fuori come niente una serie da 5 che dico 10 puntate su Netflix e poi sarebbe solo l’anteprima della vera serie che ho in mente e che rivoluzionerebbe tutta la storia dell’horror. Ad un certo punto sento che il collegamento cade e la tizia mi richiama dicendo che ci sono stati dei problemi tecnici e dico sì, da tutta la vita…

DAS IST LEBEN

6733-heathered_gray_nl-z1-t-zombie-apocalypse-running-team-white-ink

Interno incerto giorno

Orrida periferia di grande città del nord. Un seminoto autore horror underground aspetta in un indefinito locale con aria condizionata a 35 °. Camera a mano & vaga puzza di sudore & piscia.

Ci ha lasciato, almeno per il momento, pure Romero non sono mai stato un grande fan degli zombi e dello zombismo ma di sicuro gli riconosco una purezza e una fedeltà che vogliodire non ha più veramente nessuno certo negli anni avrebbe potuto anche un attimo espandere & rinnovare l’argomento ma quando ti viene bene qualcosa è difficile cambiare e devo dire che Asia Argento e il suo -spara sto cazzo di missile – nel Ritorno dei morti viventi è totalmente impagabile le avevo chiesto pure io un cameo in una delle mie produzioni mi sembra Non esco di giorno o Waiting for the light ma aveva detto che voleva 50 mila € solo per parlare ed è difficile iniziare una trattativa quando il tuo budget finisce prima di iniziare a parlare di qualche cosa e di sicuro Andy Warhol avrebbe apprezzato ma lui spruzzava qualcosa con una bomboletta sul muro e si beccava un milione di $ io cioé noi nell’underground o almeno nel NOSTRO underground abbiamo qualche problema tipo Asia Argento anche se lei in un modo o nell’altro se la cava, sembra. L’ occasione per questo incontro è una rassegna quasi improvvisata per celebrare gli zombie e quindi pure i vampiri avrebbero il loro spazio così mi hanno detto e il tizio della rassegna che assomiglia vagamente a uno di Netflix che mi giurava di essere fan e che a proposito sono settimane che non si fanno sentire sti stronzi ma mi hanno chiesto qualche consiglio su cosa far vedere alla rassegna e devo dire che a queste nuove generazioni bisogna insegnare proprio tutto tutto ma il tizio sembra attento a ogni mio suggerimento certo lo vedo storcere il naso o guardare nel vuoto quando gli nomino certi autori horror underground vietnamiti non sono al mio livello ma d’altronde chi lo è e altri capolavori al pari di Romero che per ragioni sconosciute non hanno la fama che si meritano tipo Battito Zero, I morti non muoiono, Arcobaleno Nero o Luce Assassina, capisco che il tizio ha un immaginario tipo Get Out o Insidious ma boh.

La rassegna dovrebbe iniziare tra un paio di settimane, la sala non ha l’aria condizionata cosa che mi lascia qualche dubbio ma il tizio dice che ci stanno lavorando intanto butto lì la cosa che ci sarebbe anche l’anteprima mondiale del mio nuovo capolavoro e mi chiede quale e al momento devo ancora decidere….