THE TRUTH IS SOMETIMES OUT THERE

edifici-abbandonati-284725

 

 

Interno giorno

Un quasi set di un video tipo virale. La camera zoomma su un paio di cadaveri tipo zombie con T shirt con scritta tipo Expect the unexpected. Teen senza esperienza chattano e commentano rumorosamente fuori dall’inquadratura. Autore horror underground visibilmente infelice con ciak e vago odore di patatine fritte scadute con cocacola sgasata.

Le riprese di The Day with no light sono state qualcosa la ThinkBig ha messo insieme un budget sufficiente per un BigMac ma noi nell’horror underground siamo abituati d’altronde alla think cheap sorry big dicono che sono le idee che smuovono le cose e questi mantra alla Sai Baba ormai li sento da milioni di anni e siamo atterrati con una troupe di tre persone con una specie di cameraman che credo abbia la sindrome di Tourette che si fa chiamare Yoyo e fa ogni tanto un tremendo schiocco con la lingua e sono indeciso se chiamare il mio amico esorcista per vedere se si può fare qualcosa di sicuro avrebbe portato un paio di 5mila W che ce n’è bisogno ma so che non approva molto gli zombie già i vampiri gli stanno sul culo e con lui sono solo possessioni & similia e per le riprese si sono presentati una decina di teen con speranze di set di Twilight o The Walking Dead e gloria e si sono dovuti accontentare di tartine con gelatina radioattiva e patatine del 1975 ma adesso sanno cos’è l’underground.

Uno di loro che credo avesse 15 anni e che voleva sapere se poteva avere una copia del video che voleva usare come provino per entrare a UCLA e gli ho detto che insieme al provino doveva portare anche 50 mila dollari e si è messo a ridere e mi ha detto che lo usano spesso a Studio Aperto dove fa solitamente il tossico o il membro di una baby gang o spesso tutti e due e con queste credenziali come non poteva venire fuori un totale capolavoro ho pensato mentre vedevo i due tizi della ThinkBig scambiarsi commenti su post it in una nuvola di fumo sospetto.

Il set come promesso era un ex mensa aziendale che la scenografa aveva giustamente pensato di lasciare esattamente come era perché dice che questo look dove lo trovi e le chiedo dove avevano trovato lei ma tra un wassap e l’altro dice che con 10 euro di budget il look industriale era perfetto e alla fine dopo che ho svegliato il cameraman e spiegato ai teen la sequenza cioé tutti fermi e zitti iniziamo a girare con luci molto molto basse e il cameraman inizia una danza di zoom e pirouette come per un provino di Amici e gli dico che forse mi potrei accontentare di qualcosa anche sul cavalletto e i teen che non sono abituati allo show biz e al mondo del cinema iniziano a lamentarsi violentemente del trucco pesante e mi chiedono in coro cosa devono fare e dico che i morti non respirano e di concentrarsi almeno su quello mentre continuano a farsi selfie e penso al When I was Dead e se per caso una mensa potrebbe tornare utile…

AFFITTO AUTORI UNDERGROUND KM 2

GreatImaginary-TVSet

Esterno giorno

Gli esterni di una seminota emittente satellitare in grande città del nord. La camera zoomma su un gruppo di teen che manifestano con uno striscione “Più esorcismi x tutti “. Luci quasi naturali e umidità diffusa.

Il ritorno di Ti ho detto Vade Retro non sembra particolarmente vicino e un gruppo di miei/nostri fan sta manifestando davanti ai nostri studi hanno fatto una deviazione dopo la manifestazione della mattina contro la scuola e il governo e devo dirli che li ammiro moltissimo hanno pure fatto una petizione online per il ritorno della trasmissione minacciando pure la curia di proiettare L’esorcista sulla facciata del Duomo spero solo che mi avvertano in tempo quando lo faranno perché devo recuperare la mia camera in hd.

Ho qualche dubbio che Ti ho detto etc etc ritornerà gli sponsor si sono dati e anche il canale sembra stia per tirare le cuoia e il mio status underground si sta deteriorando When I was dead è lontano anche dalla pre pre pre produzione e i fans si stanno dirigendo verso tutto quel mainstream orendo che sta affollando tutti i media e cose del genere e tra un po’ penseranno che cose come thewalkingdead c’entrino con l’horror e non siano delle telenovelas brasiliane solo che lì non ci sono le fazendas e un vero direttore della fotografia.

Per Halloween in una rassegna horror di cinema muto coreano ho incontrato un tizio che dice che il cinema è morto la tv è morta internet è morto/a non gli ha assegnato un genere e che insomma è un funerale continuo e che ha una startup d’altronde chi oggi no e che è sempre interessato a nuove proposte nuove strategie di comunicazione nuovo quello & quellaltro e mentre parlava pensavo a una versione horror di Flashdance con magari qualche teen uscito dalla defilippi e con un buon lancio penso che qualche producer lo trovo ho già in mente qualche scena con i ballerini che escono dai bozzoli tipo Alien e che vengono tritati se sbagliano un port de bras o un assemblé ma potrei essere elastico sui particolari. Sono anche riuscito ad infilarmi mentre i controlli latitavano nel solito multisala hinterland e l’unica cosa disponibile era il pacco interspaziale lui non sembra molto convinto lei ha delle battute come sexinthecity gli altri sanno che sono merce scaduta prima della fine del primotempo poi arriva il momento alsosprachzarathustra e quando mi sveglio sono già sui titoli di coda e non credo che saprò mai come è andata a finire. Fortunatamente.

Intanto ho scoperto che andare in giro con l’assicurazione scaduta non è più di moda e devo richiamare il tizio che mi aveva proposto i video virali su qualcosa e sono sicuro che avevo preso appunti…

 

SERVIZI ASOCIALI

AmericanImperialism

 

Esterno giorno

Un piccolo ma insistente gruppo di teen all’esterno di un quasi studio televisivo di un seminoto canale satellitare. La camera zoomma su uno striscione con la scritta “ Ancora”. Temperatura estiva e vaga puzza di gas di scarico e salsa di soya scaduta.

Il canale non sembra più interessato a produrre Ti ho detto Vade Retro almeno in questa forma anche se non ho mai pensato avesse una forma che credo fosse il segreto del quasi successo del programma il mio amico esorcista dice che tutto deve cambiare per rimanere come è che è una frase che non ho mai capito ma che era pronto per una virata e per la sua nuova canon hd da quando è entrato nel mondo della tecnologia mi sembra che abbia perso le coordinate ma non si può avere tutto e un esorcista non è che lo trovo a ogni angolo di certo non con il suo latino.

La ditta di cremazioni Avanti un altro che era il nostro primo sponsor ci ha mollato dice che ha avuto risultati abbastanza deludenti sembra che sperino molto nell’ebola o qualcosa del genere che vogliodire il cinismo ma i nuovi sponsor che per il momento rimangono nell’ombra sembra che puntino molto sul reality a sfondo quasi religioso su un gruppo di teen e altro che segue casi di quasi possessioni o presunti tali una cosa del genere una specie di incrocio tra Mistero e Quark solo che sembra che dovremmo iniziare subito e dovrei scrivere subito qualcosa e ho subito suggerito come inizio la storia di quella tizia che sembra si svegli ogni mattina con la sua faccia impressa nel lenzuolo.

Intanto la produzione horror mainstream è sempre più deprimente come pensavo la bambola posseduta che nell’altro film era molto delusa del poco spazio nonostante la sua performance quest’anno ha avuto un film tutto suo sempre senza battute appare a un certo punto pure un prete poi una tizia non molto convinta con un negozietto tipo gardaland che sappiamo che andrà a finire male ma qualcuno deve lasciarci la pelle.

Intanto i pochi fan e estimatori del vero horror underground mi stanno pressando per continuare a cercare fondi per When I was Dead che dicono che come è possibile che una perla del genere non possa essere prodotta con tutta la merda che c’è in giro con questi walkingdead che non vogliono morire che è una cosa che nel mainstream ancora non hanno capito cioè l’hanno capita benissimo…

THIS IS NOT A TEST

ddr-fernsehen aktuelle kamera tagesschau

Interno similgiorno

La solita orrenda sala di multisala di tipico horrido hinterland di grande città del nord. La camera zoomma su una fila di cloni di teen svalvolati che commenta a un volume atroce eventi senza apparente importanza. Buio in sala e vaga puzza di patatine e cocacola sgasata.

Sto aspettando notizie del ritorno di Ti ho detto Vade Retro e se per caso la clinica psichiatrica ha dato il nulla osta per il mio amico esorcista visto che senza di lui siamo persi e pure gli sponsor ci mollano ma dalla asl dicono che vogliono delle assicurazioni e gli ho chiesto quanto costano queste assicurazioni perché credo che volessero dei soldi in busta chiusa ma dicono che non sono sicuri sembra che nella struttura si siano verificate delle apparizioni e degli eventi quasi inspiegabili e che diverse infermiere abbiano visto suore fine 19 secolo scorrazzare per i corridoi a orari inconsueti e senza essere assunte.

Quest’anno è stato un altro terribile per l’horror mainstream quasi quanto quello dell’horror underground, ma ogni anno che passa sembra sempre peggio, l’ultimo che è uscito aveva il solito mucchietto di post teen e la solita orgia di quasi camera a mano con effetto maldimare a un certo punto finiscono non si sa come nelle catacombe di Parigi con ossa a go-go molto simile al mio Rent A Brain che avevo creato per il parco di divertimenti che adesso che mi ricordo mi devono ancora dare l’ultimo bonifico che me lo volevano pagare in ingressi omaggio cosa che mi ha dato un certo non-so-che allo stomaco ma loro alla fine fortunatamente muoiono quasi tutti tranne però quelli che dovevano soffrire di più.

Il resto del panorama underground sembra molto sconfortante tutti i miei quasi fan soprattutto quelli di When I was Dead sono spariti come i miei producer tutti attirati dalle sirene mainstream anche quando le sirene non li stanno chiamando ma non si può avere tutto comunque sembra che ci sia un certo interesse verso un nuovo sottogenere dell’horror underground il bio horror sulle conseguenze mostruose di scorie nucleari e effetto serra che non è il massimo dell’originalità solo che volevo innestare l’abc del vero horror un cimitero un vampiro tipo che si sveglia dopo un sonno di secoli perché hanno sepolto di nascosto delle scorie in un cimitero però ovviamente non troppo bene e il vampiro scopre di avere anche dei superpoteri solo che un ex prete diventato scienziato ecologista scopre il suo piano di far diventare radioattivo tutto il paese che gli sta incontro e raduna un gruppo di attivisti religiosi contro il nucleare e ho già scritto di questa scena di loro che assaltano il cimitero con le croci di Greenpeace e gli ho già scritto se per caso sono interessati a produrlo perché se non è pubblicità questa non so che cosa è la pubblicità…

TEAM LEADERS

General-Motors-Reception-1

Esterno giorno

 

Un orrido ufficio in palazzo di semiperiferia in grande città del nord. La camera zoomma su un seminoto autore horror underground e vira su uno schermo lcd a 80 pollici che rimanda in loop un penoso trailer quasi aziendale. Musica agghiacciante in sottofondo e vago odore di piante in decomposizione.

 

Il mondo dell’underground non è mai stato particolarmente interessato a tutto quello che chiamano le nuove tecnologie e tutto quel quasi fantastico mondo di app e nomi solo abbreviati e tizi con cappellini e t shirt dei Ramones che costano 40 € ma il business ultimamente cioè da sempre è abbastanza in ribasso e a parte la Selling Air che eccetto le cause e i mandati di cattura pagava regolarmente anche se con assegni postdatati la richiesta di produzioni underground è rimasta scarsa che vorrebbe dire quasi zero. Aspettando la ripresa della stagione di Ti ho detto Vade Retro stavo sondando il mercato o quel che è per cercare qualche fan che aspetta con impazienza di ri/scoprire tutto questo fantastico mondo sommerso di horror e vampiri con una certa dignità e a parte la mia personale schiera di fans che mi pregano insistentemente di rifare da qualche parte Rent a Brain che comunque varie sentenze hanno giudicato estremamente pericoloso per chiunque sotto i 25 anni mi manca un punto vero di riferimento per le mie coordinate bancarie.

In realtà ci sarebbero questi tizi che da qualche tempo mi stanno girando intorno come degli avvoltoi su una discarica ma che avevo deciso di non considerare dopo le tristi vicende della Selling Air anche su consiglio del mio avvocato, almeno prima di fuggire a Nassau, ma i tempi sono grami e ho risposto alla loro mail. La cosa è che in realtà questa boh società non ha nemmeno un vero nome e neanche una targa all’ingresso cosa che mi sembra molto underground ma fuori dai loro uffici c’è un cartello con delle sigle seguite da scritte in arabo e in cinese che vogliodire e schermi dappertutto che looppano teen svalvolati che chattano freneticamente e casalinghe extralarge di Shangai che fissano con attenzione simil aifone mentre cucinano cibi con alte concentrazioni di glutammato e salsa di soya.

La tizia che mi accoglie con un sorriso terrificante mi dice qualcosa molto in fretta che non decifro e mi assicura che è sempre stata una fan dell’horror underground come tutti del resto e inizia uno spiegone dicendomi che da qualche tempo stanno cercando autori e sceneggiatori e registi per delle produzioni video che assicura andranno in tutto il mondo e in particolare quella parte di mondo che non conosce ancora bene l’underground cioè il mondo arabo e quello cino tailandese che per ovvi motivi religiosi non apprezzano/capiscono tutto il nostro mondo di croci vampiri cimiteri e esorcisti con formule in latino e che loro, nel senso di loro società di qualcosa, vorrebbero lanciare. Con il mio aiuto è ovvio.

La tizia dice che vorrebbero qualcuno che girasse una serie di mini horror per app per aifones etc etc ma tipo di impatto e mi chiede se per caso avessi già qualche idea visto che vorrebbero iniziare a girare la settimana prossima e stavo pensando a quella storia di una banca costruita sopra un cimitero e che dentro la cassaforte conserva il corpo di un antichissimo vampiro e mi sembra che ci siano anche elementi di critica sociale che da tempo manca in questo ambiente e stavo pensando al titolo quando entra un tizio che mi chiede se sono il famoso autore horror underground e dico cioè chi altro e penso che qui ci scappa un ponte levatoio per When I was dead….

THE UNYOUNG

 

bigmap3

Interno giorno

 

Una chiesa quasi sconsacrata in orrido paesino del nord. La camera zoomma su un confessionale quasi originale del seicento con autentiche tendine in nylon. Luci naturali e vaga puzza di incenso scaduto e fiori morti.

 

Il mio amico esorcista mi ha detto che aveva trovato una fantastica location per When I was Dead e pensavo fosse quel fantastico castello con fossato quasi vero o quel cimitero con le croci di tre metri che in foto faceva un certo effetto ma invece era questa chiesa che dice che è meglio non chiedere ma purtroppo non c’è niente di misterioso o che è solo che sembra che un vecchio rincoglionito pieno di soldi l’ha comprata perché vorrebbe farci una disco ma nel frattempo potrebbe essere un fantastico set ho detto al mio amico di dire al tizio che questa chiesa ha bisogno di un rito di qualcosa quella per esempio che dura tre giorni tutta in latino medievale ma dice che non gli sembra una cosa corretta e che poi l’unità speciale del vaticano gli sta ancora addosso ma gli dico che ho deciso che il suo personaggio nel film deve avere più battute e che non vorrei farlo morire nella scena iniziale del rogo al castello e dice che effetti ha sentito qualcosa di strano mentre entrava e non sarebbe male neanche girare uno special per la prossima edizione di Ti ho detto vade Retro e penso anch’io magari ci scappa pure un dolly con l’HD.

Il problema è che alla fine i fan di When I was Dead sono fuggiti tutti non parliamo poi della Selling Air che gli hanno staccato pure internet o della major che vuole continuamente dei pilot e dei pitch girati gradevolmente a mie spese e che adesso mi ha mandato una mail dove mi chiedono se per caso ho delle idee sempre a-gratis per un nuovo filone di film di vampiri o almeno come li intendono loro i vampiri che sarebbe senza croci o cimiteri e/o preti e possibilmente senza sangue o posti scuri anzi possibilmente in un posto tipo Cuba o le Barbados e se ci scappa qualche spiaggia sarebbe il massimo e non ci sono dubbi credo che vogliano Baywatch.

Il problema è che non si vede proprio l’ombra di un euro all’orizzonte e che anche gli autori horror underground hanno dei cali di zucchero improvvisi come nel conto in banca cosa che mi ha spinto a proporre una dei miei script degli inizi quella di un vampiro che diventa zombie che ha la possibilità di ritornare umano solo che deve avere il sangue di un giovane vampiro nato in una notte di luna piena e ho pensato di fargli un trattamento Disney con il vampiro che incontra una strega che lavora all’Unicef e adottano un bambino e avevo pensato di chiamarlo The Unyoung che suona bene e non c’entra e sono indeciso se ambientarlo in Florida o New York e spero che non mi dicano come al solito in un fantastico greenback…

 

 

FINE SERIE

1939995_10153885330760487_1023990247_o

Un orrido multisala di quasi estrema periferia di grande città del nord. Una nube semitossica di teen alla ricerca di captainamericaIII sbaglia sala e esce esprimendo vivace disappunto. La camera zoomma sullo schermo nero. Persistente puzza di popcorn scaduto.

Sto sempre aspettando notizie per Holy Blood, il mio amico esorcista dice che forse dovrei lavorare sul ruolo del prete/vampiro ma gli ho detto che non è questo il vero problema, in realtà non so quale è il vero problema, avere a che fare con l’industria mainstream è come atterrare su una cometa da un momento all’altro si può disintegrare cosa che è sempre molto underground ma ormai questo horror underground non sembra più avere molti fans e non sai mai quando/se capiterà mai un’altra occasione e altra gente disposta ad un realismo a 360 che nell’horror oggi manca clamorosamente.

Il film ha una partenza quasi interessante, nel mondo ci sono le fazioni e sembra che ci siano anche i casting tipo Amici solo che il televoto è vagamente più drammatico e anche interessante. La nostra eroina non sembra molto convinta di fare la volontaria per Emergency e opta per una fazione che assomiglia tragicamente al cast di Step Up, i genitori con una collezione Armani primavera/estate 1997 sembrano seccati, speravano chiaramente in un ruolo più consistente. Lo schema è comunque Twilight non c’è scampo, arriva lui e lei lo guarda l’amica è un po’scema l’amico pure lei piglia un sacco di botte ma recupera molto in fretta mentre ad uncerto punto sappiamo che ci sarà un due e un tre seguito da un probabile quattro. Alla fine si menano parecchio la Winslet si domanda perché chiamano sempre la Blanchett e non lei e le rimangono questi film che vogliodire.

Intanto mi è arrivata una mail sempre dalla fantomatica sezione -devolopment- che mi chiede se per caso avevo delle idee su come chiudere delle puntate pilota che avevano per le mani e che spesso avevano dei finali che non li convincevano e ho chiesto se per caso mi spedivano qualcosa e se per caso c’erano degli sviluppi per Holy Blood e se per caso c’era la possibilità di v€d€r€ qualche incoraggiamento solo che mi hanno spedito una storia dove una scuola per teen vampiri viene attaccata da una scuola per teen esorcisti e ho scritto – fateli morire tutti- che mi sembra essere un finale assolutamente trionfale, molto underground…