EVERYTHING COUNTS ( IN LARGE AMOUNTS)

BSB8DKvCQAAFplL

INTERNO GIORNO

 

Gli studi di un canale tematico religioso. La camera zoomma su un semi famoso & molto ricercato autore horror underground e un famoso prete esorcista in fuga da diverse autorità. Luci basse e vago sentore di incenso scaduto.

 

Il mio avvocato dice che non devo preoccuparmi e che tutto quello che è successo è colpa della Selling Air e dei gestori del parco di divertimenti io ho solo dato dei suggerimenti e certo non sono responsabile delle botole e delle scosse a bassa intensità in fondo erano in nome del divertimento e finché non trovano i corpi dei teenagers questi sono solo degli scomparsi e che tocca alla Sciarelli mica alla digos e che comunque è meglio per il momento che non mi fermi a dormire nello stesso posto per due notti di fila non si sa mai.

Il mio amico esorcista dice che mi capisce anche lui ha dei problemi visto che il vaticano anche se ha cambiato gestione e manager dice che non gradisce queste continue invasioni di campo, sembra che vogliano lanciare una nuova iniziativa fra i giovani, è un loro target, tipo Hogswart incontra Padre Amorth e non vogliono concorrenti tipo un’esclusiva e il prime time.

Comunque la nuova stagione di Ti Ho detto Vade Retro è ancora lontana, abbiamo anche poco materiale e la producer è ancora fissata con il suo show Binario Quasi Morto che ha avuto una media di spettatori tipo World War Z ma dobbiamo cioé devo tenermela buona perché ha promesso di produrre per intero + castello & fossato When I was Dead e il tizio del marketing culturale delle ossa della Gioconda giura che potrò girare intere sequenze agli uffizi basta che non usi troppo sangue che sembra sia difficile da togliere dai pavimenti e dalle tele ma dico che è ora di finirla con tutto questo greenback e questa postproduzione e sono sicuro che pure Botticelli sarebbe d’accordo.

Poi ci sono questi degli Amici di Plutone che sono quelli che vogliono far rimettere Plutone tra i nove pianeti e una volta ho fatto l’errore di dargli il mio numero di telefono e continuano a martellare che vogliono che organizzi una serata per raccogliere firme e un evento horror underground tipo al Planetario ma i tizi che del posto se la tirano neanche fosse il monte Palomar e dicono mah forse e questo e quell’altro e penso che dovremmo andare e semplicemente fare un horror underground flash mob oddio adesso forse no che sono ricercato ma non esattamente per i motivi che vorrei…..

SOLD OUT

602799_10152383436895487_1405576963_n

 

INTERNO GIORNO

 

Una sala semivuota di multisala hinterland di grande città del nord. Branchi dispersi di teen commentano i trailer dei film di bova e brucewillis con termini vagamenti denigratori. Suonerie raccapriccianti in sottofondo e ancora trailer agghiaccianti. Luci buie.

 

Momenti di pausa nell’underground. Causa nuovo papa che deve apparentemente pronunciarsi sulle sue posizioni riguardo esorcismi e mosse del maligno, la nostra hotline e proprio tutto Ti Ho detto Vade Retro è stato sospeso su invito della curia e sostituito con una serie sulle migliori sante martiri del medioevo e un best of dei migliori miracoli quasi veri del secolo cosa che ha provocato onde di ribellione tra i nostri die hard fans del programma che continuano a chiamare minacciando un assalto al nostro canale solo che ho chiesto almeno di essere più precisi sull’orario perché possibilmente vorrei filmarlo e almeno piazzare quelle due tre luci che mi servono per avere un effetto mediamente realistico e se ci scappa pure una telecamera fissa che non guasta.

Il mio amico esorcista dice che intanto dobbiamo raccogliere materiale per le nuove puntate se mai ci saranno e anche la nostra producer è in ansia per il suo Binario quasi Morto che vorrebbe far diventare il nuovo Mistero sempre che Amnesty non abbia niente da dire, comunque sembra che ci sia questa coppia di gemelle che vanno in trance alternativamente e la cosa migliore sembra che ognuna di loro faccia una voce diversa durante le possessioni cosa che il mio amico giudica degna di doppia camera.

Intanto sono tornato a documentarmi sulle quasi nuove tendenze dell’horror, ultimamente ho saltato qualche giro anche se sospetto che il nostro dominio sia rimasto inattaccato nel frattempo e dai primi fotogrammi ne ho la conferma, arriva una station wagon con famiglia al seguito in casa fortemente posseduta e albero con morti impiccati che fanno orrendi dispetti tranne quello di far fuori il protagonista nei primi tre minuti. Lui è un quasi scrittore di successo, la moglie acida modello sitcom dice ma no dai che questo libro che scriverai sarà una hit cosa che sappiamo bene che no, i figli pronti per essere sezionati in parti più interessanti fanno di tutto per attirare l’attenzione, come al solito è diventato OBBLIGATORIO il filmino amatoriale, qui in versione ah ah superotto. C’è pure la lucina che chiazza il girato che vogliodire.

Penso che comunque questa moda della videocamera passerà, ci sarà un ritorno prima o poi all’abc del vero horror underground, la croce, il cimitero, il prete non dico l’aglio o l’acqua santa ma un minimo di realismo dico. All’uscita i teen commentano sul film e sul possibile attacco a un canale satellitare che sembra da una notizia che circola in rete voglia vietare tutti gli horror ai minori di 21 anni e sono contento che alla fine i miei tweet iniziano a funzionare…

LA TERRA E’ SEMPRE PIATTA

838928_original1

Uno studio televisivo di una post tv satellitare tematica. La camera cerca di zoommare su un quasi vero Warhol dell’Ultima Cena e uno scenografo che cerca di sistemare nella scenografia un’acquasantiera di forma sospetta, inutilmente inseguito da due tizi con camice bianco. Luci deboli e nenie in latino in sottofondo.

 

La Curia si è abbastanza risentita sulla nostra proposta di televoto per il Papa, credo sia perché gli abbiamo fregato l’idea mentre la nostra producer è preoccupata parecchio per gli ascolti del suo show Binario quasi morto le ho detto che non sempre le novità sono accettate rapidamente e che mettere insieme un caso di cronaca con le ricette in cucina può essere un po’ spiazzante, ho l’impressione che spesso il suo pubblico confonda un po’ le cose e è un attimo che ci ritroviamo al telegiornale nazionale e sulla cnn per avere istigato casalinghe impressionabili a riesumare corpi per uno stufato vogliodire la pubblicità è sempre una buona cosa ma il mio avvocato dice che c’è un limite a tutto anche se a un lancio così non so se potrei rinunciare quando mi potrebbe capitare, vogliodire a meno che non ci lancino i fratelli Weinstein.

Io sono vagamente preoccupato per l’immobilismo del canale, il nostro sponsor di pompe funebri spinge moltissimo per uno show tipo Mistero da quando ha visto che scoperchiano sarcofagi complete di mummie e profanano con una certa nonchalance cimiteri e chiese ma gli ho fatto presente che a Mediaset fanno quello che vogliono e hanno certi budget che vogliodire solo con quello che spendono di parrucchiere noi ci facciamo sei puntate e tre speciali di Ti Ho Detto Vade Retro poi il nostro scenografo si accontenta di qualche fiammata l’assicurazione non è sempre sempre contenta ma finché pagano, ma in un certo senso ha ragione a parte gli special e le dirette con teen quasi posseduti penso che ci stiamo un po’ arenando e l’underground, soprattutto l’horror underground ha sempre bisogno di nuovi obiettivi, sempre essere in movimento.

Da un po’ stiamo facendo anche dei casting per lanciare un nuovo gruppo teen che cantano pop religioso anche se non stiamo proprio a spaccare il capello e poi c’è sempre la concorrenza della defilippi e pure della carrà quindi quello che viene viene, ma ieri ho sentito questi che si fanno chiamare i Paradise Now che hanno questo nuovo pezzo quasi fantastico che si chiama “ La terra è sempre piatta” e devo chiedergli se per caso hanno problemi di clasustrofobia e con le bare, ma non credo….

NO EXIT

tumblr_m8o05zrzyM1rubozqo1_500

 

Una orrida sala di semi periferia di zona hinterland di grande città del nord. La camera zoomma un po’ a caso. Titoli di coda. Flashback : un seminoto sceneggiatore underground cerca un modo economico di vedere lo spettacolo del pomeriggio con l’ottima spiegazione che nessuno dei film in cartellone vale 50 centesimi. Luci artificiali e nauseante puzza di popcorn scaduto.

 

 

Stanno scarseggiando horror di qualsiasi livello e serie di recente al cinema, qualsiasi cinema e da quando il nostro cinema di quasi essai , l’Exhuma, ha chiuso per colpa di quegli intransigenti di Amnesty e associazioni umanitarie, ma dico che sono solo pregiudizi e che nella sezione Crimini contro il cinema e l’umanità in genere ci dovrebbero essere quel duo di idioti e qualsiasi film seguito da un numero, non c’è rimasto veramente niente da vedere e fino a che non uscirà When I was Dead cosa che temo sarà lunghina il pubblico non potrà sapere cosa è il realismo nel cinema horror, ecco.

Visti anche i problemi all’ingresso che ormai si ostinano a controllare anche le proiezioni del pomeriggio che vogliodire sono finito ad entrare all’uscita aspettando i tizi che escono dallo spettacolo, tra un po’ sospetto metteranno delle telecamere pure qua questi mentecatti delle multisala e l’unico film a disposizione era una cosa che puzzava di anni 70, l’unico vero vantaggio era che sembrava francese, un film italiano anni 70 proprio no, dei tizi modello ggiovane e semirivoluzionario cercano di dare fuoco a una scuola, senza riprendere il tutto fra l’altro e mi dimentico che ai tempi ****book non c’era e il tizio giovane e la tizia giovane a un certo punto finiscono in Italia solo che lui a un certo punto pensa sì però io sto a Parigi e la tizia dice, ma non ci crede veramente, voglio andare a Reggio Calabria e lì si capisce che non si vedranno altre scuole andare a fuoco, purtroppo.

Intanto sto pensando anch’io alla mia scena dell’incendio al castello in When I was Dead, fanno sempre il loro effetto e da quando conosco il nostro scenografo piromane non vedo l’ora di sfruttare il suo talento naturale e la mia seminuova producer quella di Binario quasi morto dice che è vero, è tempo che il mio, cioé nostro, capolavoro veda la luce, meglio il buio delle sale solo che suggerisce di fare una cosa tipo documentario e le dico che in questo settore hanno già dato con risultati che vogliodire, i paranormalqualcosa e le streghe del kaiser del bosco etc etc ma dice che ha contatti con le scuole e potrei avere un circuito del genere magari presentandolo personalmente con il mio amico esorcista che non è proprio quello che pensavo, tipo il Kodak theatre o Cannes, ma lei dice che quello che chiedi e quello che ottieni sono sempre due cose diverse e penso se hanno detto la stessa cosa a Spielberg o Kubrick e penso improbabile….

SERVIZI ASOCIALI

vlcsnap-2012-12-16-21h23m18s70

ESTERNO GIORNO

 

Squallida villetta di periferia di grande città del nord. La camera zoomma su un’auto nera con targa straniera parcheggiata davanti, poi panoramica com movimento da grande cinema. Camera a mano e soggettiva con ingresso nella casa. Luci assolutamente artificiali.

 

La puntata di Ti ho detto Vade Retro & hotline + esorcista annesso in diretta è stata comedire un successo, il nostro sponsor di pompe funebri Avanti un altro mi ha chiamato commosso vuole impegnarsi personalmente oltremisura e dice che questa è la strada giusta, spero solo che non suggerisca sacrifici umani live o qualche rogo per posseduti solo per vendere qualche bara in più, dopotutto mica siamo su mediaset.

La nostra producer in questo momento è in standby, il suo show Binario quasi morto deve ancora riprendere, ma siamo in periodo festivo e non c’è niente come una parata di svalvolati posseduti e un tizio che spiega come esorcizzare il maligno, anche quelli più sofisticati, in venti minuti massimo mezzora. Il centralino è letteralmente impazzito, fuori dagli studi si è formata una coda di teenager che dicevano di avere visioni e parlare latino con pochissimi errori di grammatica e t shirt con Dexter e Platinette e solo l’uscita del mio amico esorcista con un secchio di acqua santa e una croce inox al neon ha frenato l’assalto alla diretta, ho ripreso la scena dell’esorcismo di massa con teens e squilibrati vari che si contorcevano rumorosamente sull’asfalto e in mezzo a cumuli di neve merdosa e devo dire che comparse così motivate non le trovi dappertutto, spero solo che Amnesty non abbia niente da ridire come fa ultimamente troppo spesso.

Il problema vero adesso è la curia che ci sta monitorando da vicino, il team di esorcisti che hanno assemblato non riesce a starci dietro, ci chiamano ormai i Manson di Lambrate e come in tutto lo show biz sono molto invidiosi del nostro successo e penso che faranno di tutto per ostacolare la nostra corsa verso il quasi sterminio delle forze del male, nel documento che il mio amico esorcista ha firmato c’è il DIVIETO assoluto di riprendere esorcismi e possessioni soprattutto in HD pena la scomunica totale e eterna fino alla fine del tempo e dello spazio.

In realtà il maligno o chi ne fa le veci agisce in molti & infidi modi e il tizio che ci ha tempestato di mail e chiamate, un tale Golgota66 che solo il nome promette risultati, può fornire materiale per puntate e speciali e anche dossier che Voyager potrebbe schiattare d’invidia, il mio amico esorcista dice che se oscuriamo la faccia e cambiamo la voce forse possiamo evitare problemi con la curia, il tizio posseduto dice che riesce a spegnere un i pad con il pensiero e far prendere fuoco a crocifissi a distanza, io vedo già un rogo pronto in piazza duomo stile eretico ma dice di non preoccuparsi e piuttosto di affittare un’altra camera in hd e un paio di 5000w….

CHIAMAMI

405049_10152258534500487_727042867_n

INTERNO GIORNO

 

L’interno di un quasi studio televisivo alla periferia di una grande città del nord. La camera zoomma su un seminoto esorcista che sta facendo le prove per una nuova trasmissione, sullo sfondo catene d’aglio e croci oversize. Luci sacre.

 

È arrivata una lettera, credo direttamente dal medioevo, pergamena e bollo papale. Il mio amico esorcista dice se ho un posto sicuro e tipo parrucche e qualcuno che fa documenti falsi, sembra che le autorità religiose abbiano convocato una specie di gran consiglio per scomuniche e sembra che oltre questo ci sia direttamente il rogo, solo che apro la busta ma sorpresa sembra che il vaticano abbia deciso di revocare le sanzioni al mio amico su tutti quegli esorcismi non autorizzati e i vari video in hd perché il maligno è ancora e molto di più tra di noi e avrebbero bisogno urgente del suo aiuto in una hotline dedicata a risolvere problemi di esorcismi e possessioni.

Il mio amico ha chiesto un incontro con la curia e ovviamente si è lanciato oltre  la hotline gli è sembrata un po’ limitata contro le forze del male e ha proposto di mettere dentro il nostro Ti Ho detto Vade Retro una parte dedicata alle telefonate in diretta di chi ha problemi con il maligno e ha promesso che la privacy non era un problema e ho capito che sarei dovuto rimanere in trasmissione a schiacciare il bottone del beep della censura, il nostro pubblico è soprattutto un mix di svalvolati e impressionabili oltre misura.

L’altro problema è stato quello di una specie di liberatoria tipo le cose che può fare e soprattutto quelle che NON e tipo mai e proprio mai dovrebbe più fare, adesso vogliono lanciare una campagna tipo- chiamateci se il demonio chiama- con uno slogan tipo – Non siete mai soli- che vogliodire, ma il loro settore marketing sembra che non abbia dubbi.

Il mio amico è già in pista, sembra che al centralino della tv e di Ti ho detto Vade Retro siano arrivate centinaia di chiamate di possessioni istantanee e teste che girano a 360 o almeno a 180 che significa materiale interessante per i prossimi mesi, la nostra producer & protagonista di Binario quasi morto è preoccupata vorrebbe anche lei una hotline di casi irrisolti e magari qualche esorcismo io sto pensando a When I was Dead, vorrei fare una preview o qualcosa del genere per la fine dell’anno, non abbiamo girato ancora niente ma ho qualche spezzone girato quest’estate in Vietnam nella fabbrica bombardata nella guerra tanto nessuno ci fa caso, con il montaggio e la post produzione tutto sembra alla fine un castello, più o meno….

USATO QUASI SICURO

Orrenda periferia di grande città del nord. La camera zoomma sui vigili del fuoco che escono dagli studi di una seminota televisione satellitare. Le comparse fuori alla fermata del bus osservano la scena con poca partecipazione. Luci quasi naturali.

 

Il mio amico esorcista dice che è stato il maligno e gli dico che sono completamente d’accordo e che possiamo pure chiederglielo direttamente senza un/a posseduto/a visto che l’incendio degli studi è merito del nostro seminuovo scenografo che al momento è a.w.o.l. e dico che comunque è stato molto realistico e molto underground e magari se riusciamo a recuperare il girato la prossima puntata è tutta pubblicità e un grande lancio.

La nostra producer & quasi star di Binario Quasi Morto dice che forse la prossima volta sarebbe meglio andarci piano con gli effetti speciali e che la puntata su Nerone e chi è stato forse è da revisionare un attimo ma lo scenografo è un grande e magari forse le fiamme si potrebbero mettere in postproduzione senza tutta quella benzina che dopo un po’ comunque da leggermente alla testa anche se è molto molto realistica. Alla clinica dicono che lo scenografo ha questa passione per gli incendi e il fuoco e che per gli psicologi è molto creativo e basta lasciarlo un po’ sfogare e i risultati non si faranno attendere e penso che forse il nuovo set dovrebbe essere VERAMENTE ignifugo.

La tizia intanto vuole tornare subito in onda e dice che non può abbandonare il suo pubblico e che dobbiamo subito trovare i nuovi studi e nuovo materiale anche se il negozio di articoli religiosi con tutte quelle bibbie e quelle croci carbonizzate ha un certo fascino e dico che potremmo girare una nuova puntata di Ti Ho detto Vade Retro magari aggiungendo solo una macchina del fumo e qualche luce ma potremmo fare quella cosa sui poltergeist incendiari e sulle possessioni indotte dalla televisione e dalla musica metal una cosa che ha sempre una certa presa sul nostro pubblico.

Intanto penso sempre a When I was Dead e al nostro mondo dell’horror underground che sta sempre diventando sempre più mainstream e dico che c’è bisogno di questo nuovo capolavoro e penso al mio producer che sembra ancora disperso nelle pianure del Mekong anche se dei rumors dicono che stia fondando il nuovo cinema horror underground vietnamita sempre che trovi in giro sceneggiatori underground di un certo livello a Saigon…