OPEN THE DARK

images.duckduckgo-1

Interno giorno

Una specie di open space con post teen che pascolano tipo zombie ma meno espressivi. La camera zoomma su un enorme schermo dove lampeggia interrogativamente la scritta Little Giants. Un autore horror underground e qualcun altro nell’inquadratura ma decisamente meno importante per la storia del cinema. Luci a caso.

La tizia della L.G. mi chiama anzi messaggera di passare da loro per comunicazioni. Nel mondo dello show biz o quello che è rimasto comunicazioni vuol dire fanculo o qualcosa del genere o chiudiamo i rubinetti se mai li abbiamo aperti. Siamo, cioé eravamo, a una settimana dall’inizio cioé quasi inizio dei Nostradamus Papers con il casting e cose del genere. Avevo già individuato una fantastica location in una ex centrale di qualcosa con un fantastico cartello di pericolo radiazioni ma la tizia ha questa faccia da mi-si-è -rotto- l’iphone. La tizia dice che sembra, eh?, che stiano già producendo da qualche parte una serie con Nostradamus di mezzo e che per il momento, altro proverbio dello showbiz, il progetto è in standby parola codice per maipiùnellavita. Stop. Mi domando se i divani dell’openspace siano infiammabili perché il fuoco aggiungerebbe quel non so che, ma non meritano nemmeno questo. In compenso questa notte ho credo avuto la visione del capolavoro totale e assoluto che Netflix e HBO aspettano da una vita. Vedo un vero film in pellicola 70mm se lo fa Tarantino perché io no meno di una miniserie in quattro o sei puntate mai.

Il plot è molto semplice, una coppia di studentesse si trasferisce in un appartamento in una zona centrale di una città famosa per l’occultismo o tipo e per diverse notti le due fanno lo stesso sogno di una porta che si apre. Siccome studiano architettura scoprono che dietro un lato del loro appartamento si trova una chiesa paleocristiana che da diversi anni è chiusa per restauri, almeno apparentemente. Ovviamente cercano di entrare nella chiesa ma niente e cercano nella biblioteca della loro università delle notizie sulla storia della chiesa. In mezzo scopriamo che una delle madri delle due è una medium che è scomparsa dieci anni prima, ovviamente misteriosamente. Un giorno trovano una lettera sotto la porta,  dove qualcuno le avverte di stare attente, dentro la chiesa è custodito un libro, sacro, forse sacro…

End part I