SUPERSTAR UNDERGROUND

1980384_10154058478480487_6414444565778388455_o

 

Interno giorno

 

Una sala di seminuovo multisala di grande città del nord. Un gruppo di ultraottanta entra sullo scorrere dei titoli di testa mentre la camera zoomma su un noto autore horror underground seminascosto in ultima fila. Rumori di anziani disperati che inciampano nel buio e vago ma persistente odore di naftalina e decomposizione. Luci non pervenute.

 

Ho ricevuto ancora una mail dalla Selling Air la tizia non telefona dice che oggi si fa così non perché non hanno nemmeno i soldi della bolletta ma dice che le mie idee per il viral le sono molto piaciute e che appena trovano qualcosa da lanciare io sono lì con loro a lanciare tutto il mio amico esorcista dice anche lui che al vaticano stanno per lanciare una trasmissione per recuperare un po’ di giovani alla causa anche se non ho capito qual è la causa ma sembra che per adesso niente esorcismi o possessioni in hd perché comunque i ggiovani sono impressionabili e hanno bisogno di una copertura dei media e gli dico che i media escono fuori di testa per cose come esorcismi e cose del genere per non parlare della stampa straniera ma dice che no è il buzz che non vogliono si buttano sul volemose bene e ho capito siamo a twilight che vogliodire.

Questo film con la Swinton sembrava promettere anche se per quaranta minuti non riesco a staccare gli occhi dalla sua parrucca che assolutamente è la protagonista del film, di certo c’è l’abc dell’horror non escono di giorno e non zompano per i boschi con abiti griffati mancano certo le croci non c’è ombra di preti o chiese. Lei sta a Tangeri lui a Detroit credo sia il primo vampiro della storia che sta a Detroit dove ovviamente fa la rockstar ma sconosciuta tipo incrocio tra Iggy Pop e Greta Garbo frega del sangue in ospedale travestito da infermiere e sembra che a parte il sole e le croci solo un disco di Ligabue potrebbe farlo fuori. Poi lei prende l’aereo lui non è che sembra impazzire di gioia arriva la Wasikowska che fa anche la vampira teen ormai sta facendo la teen in qualsiasi film degli ultimi 10 anni o quasi e le cose non vanno bene perché si capisce subito che porta casini e la sbattono fuori di casa con il trolley rosa confetto e ha la faccia di come chi sta per dire avete dato come al solito le battute migliori alla Swinton che comunque alla fine un oscar se l’è cuccato te e cristina ricci dovete smetterla con tutti questi film finti indie underground.

Poi finiscono a tangeri insieme e è finito il sangue e ci sono due tizi che passano e Tilda dice Escusè muà che è la battuta migliore del film.

Intanto anche quest’anno niente Cannes io ci spero sempre anche in un’ultima ora una quinzaine una rassegna una sala uno spettacolo di mezzanotte una proiezione in mezzo alla strada a me basta perché non so come qualsiasi festival possa fare a meno dell’horror underground e mi sono dimenticato di chiedere alla tizia della Selling Air se aveva degli accrediti e magari pure dei biglietti aerei scontati, se no pure un frecciarouge..

VIRAL UNDERGROUND

 

BZFFfxJIgAAcl6C.jpg-large

 

Interno giorno

 

Un quasi ufficio con vista su parcheggio vuoto in nota città del nord. La camera zoomma su un acquario con pesce fluo che nuota in loop perfetti. Luci neon e vaga puzza di fiori morti.

 

 

Le scorie della Selling Air si sono trasferite in un semi orrido quartiere di quasi periferia lontani dalla gloria del centro e dei palazzi con ascensori di vetro la tizia che è nuova gli altri sono latitanti o ai domiciliari mi guarda come se mi conoscesse i successi di Seppelliscimi ancora e Non esco di giorno le devono essere arrivati anche se con qualche anno di ritardo ma mi dice che ora alla Selling Air si respira aria nuova, almeno quelli che hanno la semilibertà, e che anche lo spirito è diverso e che era ora di finirla con questo snobismo e questa atmosfera da multinazionale corporascion e che adesso è tutto smartyoungrestless e tutto un sotchalnetuorkin di qui e di là e che non esistono problemi ma opportunità. Tra l’altro senza mettersi a ridere nemmeno una volta cosa che ho ammirato non poco.

Mentre parlava a vanvera pensavo a quest’estate a cosa era rimasto dopo le ceneri di Ti ho detto Vade Retro che ha esalato l’ultimo respiro almeno per questa stagione tipo i festival horror underground che sono rimasti e Saranno Rinchiusi appena ci daranno i permessi per girare nelle ex prigioni segrete della Stasi ma effettivamente non è che c’è niente di confermato o che è di certo molto underground ma avere qualcuno che ti chiama tipo Netflix o major di hollywood non sarebbe male.

La tizia intanto continua a tritare sempre le solite cose, questa devono averla presa da quei canali che vanno in onda 24h su 24 che vendono frullatori e materassi, e dice che la vera, la VERA soluzione per l’horror underground, TUTTO l’horror underground, è andare VIRAL diventare virale virale, totalmente virale e che che ha delle fantastiche idee per il lancio e le chiedo il lancio di che cosa visto che non si è parlato di COSA ma dice che non è importante i video virali e tutto questo netuorking servono solo a creare il buzz il parliamoneanchesenonsappiamodiche poi appena si è creato tutto questo bigbang di fondamentalmente NIENTE allora possiamo cioé posso iniziare a pensare a qualcosa tipo video tipo boh ma dice che sicuramente avevo qualcosa in pentola.

Le dico che avevo pensato a qualcosa tipo zombie e che avevo molti teen che verrebbero a lavorare cioé comparire aggratis tipo che escono dal cimitero monumentale cosa che mi servirebbe alla grande per il MIO lancio di When I was Dead tipo un sabato sera e che servirebbero solo un po’ di soldi per i costumi e almeno qualche luce e almeno un paio di camere in HD e tipo un autobus magari un po’ scenografato per portare i teen lì e mi chiede quanti teens e dico boh tipo un centinaio che so che farebbero una certa figura e mi chiede per il lancio di cosa sarebbe e dico che è inutile pensarci adesso appena lo facciamo sicuro mi viene una cosa in mente….