SARANNO RINCHIUSI

DSC00693

Esterno giorno

Gli ex uffici di una nota organizzazione spionistica con vasto richiamo di pubblico negli anni 70 e 80. La camera nascosta zoomma su un gigantesco poster che inneggia al cinema horror patriottico e vampiri socialisti. Orrenda musica di propaganda in sottofondo e luci proletarie.

Il producer di Ti ho detto Vade Retro mi chiama per sapere quando torno, sembra che voglia fare uno special per l’ultimo dell’anno tipo una messa che ha chiamato “particolare” e dice che ha già pronta una chiesa e che bisognerebbe scrivere qualcosa e ho pensato che è il momento giusto per chiedergli cosa pensa del mio nuovo quasi futuro capolavoro When I was Dead e di come centomila € non sono neanche tanti per una tappa fondamentale nel cinema horror.

Qui intanto sembrano esserci dei problemi a parte l’orrenda puzza di currywurst e crauti sembra che il ministero non voglia dare il permesso per girare negli ex uffici Stasi e che il film comunque anche se horror deve avere uno scopo didattico proprio quando ero riuscito ad entrare nelle stanze dove facevano gli interrogatori e ho scoperto che estorcevano le confessioni facendo andare in loop continuo anche per tre giorni di fila Ti rockerò di Heather Parisi cosa che non farei nemmeno con Muccino o Sergio Arranca anche se provare non sarebbe male in fondo sono sempre per un realismo a 360 sempre per il bene dell’arte ovviamente.

Il tizio che mi ha chiamato per proporre l’idea è anche lui deluso ma mi dice che anche qui l’horror underground fa fatica a trovare consensi e bonifici pure ma dice che bisogna insistere e che potremmo girare al posto del nostro horror di armadi posseduti un documentario quasi didattico ma con un taglio particolare e al posto di interviste a ex internati e dossier spaccapalle mettere una storia di fantasia che poi andrebbe in loop nel museo e che ci farebbe un sacco di pubblicità e penso che mi accontenterei di una nomination per il miglior documentario anche se non sarebbe così glamour ma un tappeto rosso è un tappeto rosso.

Ovviamente tiro fuori l’idea che avevo già proposto un po’ di anni fa, quelli di una scuola di recitazione canto e ballo nella DDR fine anni 70 che organizzano una serata vicino al muro per il regime ma in realtà vorrebbero tagliare la corda e sarebbe un mix tra Amici e Fuga per la vittoria con loro che saltano il muro inquadrati dalle luci dei riflettori e ho chiesto se per caso si possono rimettere dei pezzi di muro in mezzo alla città per questa sequenza e mi basterebbero solo un centinaio di metri e mi hanno guardato come se non avessero mai girato con una grande, brillante star dell’horror underground e penso a come suona Saranno rinchiusi in tedesco….

Annunci

ABFALL UNDERGROUND

DSC00663

Esterno giorno

 

Gli ex uffici della Stasi a Berlino. La camera zoomma su un noto sceneggiatore underground con il direttore della fotografia che decidono le inquadrature. Panoramica con fantastico dolly e atmosfera vagamente alienante. Luci berlinesi.

 

Il nostro producer ha deciso che per Natale quest’anno gireremo uno speciale per Ti ho detto Vade Retro eravamo già pronti con una diretta che spiegava il quinto o sesto segreto di Fatima ma il tizio ha detto che c’era un suo amico che voleva parlare di come molti scambiano i segnali del maligno con la cattiva digestione o stare sull’aipad tutto il giorno il mio amico esorcista appena lo vede continua a lanciare acqua santa a dx e sx e recitare una formula in latino che nel caso me la deve insegnare perché mi manca e comunque fa un certo effetto.

Intanto mi è arrivata una proposta interessante da un tizio che ha avuto la s/fortuna di vedere Rent a Brain e che è rimasto comedire impressionato e mi ha chiesto se ero interessato a un progetto e prima che mi dicesse cos’era ero già sul volo per Berlino visto che comunque Ti ho detto Vade Retro non riprenderà fino al prox anno il mio amico esorcista dice che intanto studierà nuove formule per il rito dice che ce ne sarà bisogno e sta esplorando le possibilità per fare un live 24 ore su 24 ma a pagamento si capisce.

L’ex centro della Stasi è in un orrendo palazzo ovviamente stile DDR e ora è un museo anche se i visitatori probabilmente sono schedati e credo anche seguiti con diverse macchine scure ma il posto ha grandi potenzialità, con me di sicuro.

Il tizio che mi ha chiamato anche lui è nell’underground tedesco e dice che potrebbe ottenere i permessi per girare in questo posto e mi stava chiedendo se per caso avessi in mente una storia interessante che vogliodire quando mai non ne ho avute e stavo pensando a una presenza di ex internati o prigionieri che abitano una delle stanze o i visitatori del museo che spariscono quasi misteriosamente solo che dice che non si possono usare simboli religiosi e nemmeno spostare le scrivanie tanto meno darle fuoco che comunque le fiamme fanno sempre un certo effetto.

Mentre facevamo i sopralluoghi il custode o il guardiano del museo che ci seguiva ascoltava registrando probabilmente con un nastro del 1973 che tra l’altro faceva un rumore che si sentiva fino a Dresda e commentavamo sulle possibilità dell’infinita serie di armadi a muro nelle stanze e stavo pensando a questo grande inizio con tutte le porte degli armadi che si aprono contemporaneamente mentre il mio amico esorcista recita la formula e devo pensare a come riciclarlo forse tipo ex prigioniero o funzionario DDR e comunque bisogna fare qualcosa per questa insistente puzza di crauti scaduti…

 

Fine prima parte

 

 

EDIZIONE QUASI STRAORDINARIA

vlcsnap-2013-11-24-21h19m38s169

Esterno sera

 

L’esterno degli studi di un noto canale tematico a sfondo religioso. La camera zoomma su una folla di teen che tentano un’irruzione negli studi cercando di buttare giù la porta con un enorme crocifisso viola. Slogan semireligiosi in sottofondo e luci scarse.

 

La prima puntata di Ti ho detto Vade Retro è stata un clamoroso successo, il mio avvocato ormai non è più reperibile ma mi ha consigliato con un messaggio dei suoi amici come sostituti ma non capisco perché, l’irruzione dei teen è stata abbastanza pacifica a parte i soliti problemi delle scenografie infiammabili e la parte con il mio amico esorcista che spiegava come effettuare un esorcismo con un volontario e il coro delle preghiere in latino è stato molto d’effetto come l’arresto che il mio amico pensava che fosse una mia messinscena ma non ho saputo resistere dopotutto sono sempre un autore horror underground e il realismo è alla base di tutto ma gli ho mandato il numero del mio avvocato, quello nuovo con un prefisso internazionale ma penso che sia come nei film che una chiamata comunque la puoi fare.

Il nuovo producer ha assicurato che farà di tutto per farlo uscire per la prossima puntata dice che il suo avvocato si occuperà di tutto è un incrocio fra Bela Lugosi e Brunetta ma sembra che sia un fenomeno e avevo quasi pensato di chiedergli se per caso ha già recitato stavo pensando che ho un ruolo da coprire in When I was Dead magari senza battute poi sono sicuro che potrebbe funzionare anche se ha qualche dubbio visto che l’ultima volta che è entrato in studio un crocifisso ha preso fuoco e tutti i tecnici girano con rosari e aglio e ormai tutti sanno il latino direi quasi alla perfezione.

La clip con le due sorelle gemelle possedute è stata un enorme successo ho solo lavorato un po’ sull’audio ho dovuto aggiungere un po’ di riverbero e una fantastica litania in sottofondo che dà i brividi solo a sentirla e anche la parte di cronaca che il nostro producer ha voluto chiamare Riposa in pace è stata molto comedire d’impatto che aveva come argomento i fantasmi di famiglia che infestano le case e addirittura cambiano canale e misteriosamente è sempre retequattro e ho come l’impressione che sarà una grande stagione, molto lunga sempre che a Cannes alla fine non si sveglino…