FERMO IMMAGINE

 

INTERNO GIORNO

 

Esterno sala di orrendo multisala di deprimente hinterland di grande città del nord. Un trio di quasi teenager dondola davanti all’ingresso della sala dove si proietta il solito horror americano. Piano sequenza, la camera segue l’ingresso nella sala vuota, quasi. La camera zoomma su un quasi famoso scenggiatore underground che fissa il gruppo di teenager che si piazza al centro. Fade out.

 

Sta diventando sempre più complicato il cinema, soprattutto l’ingresso, ma l’attenzione al pomeriggio è sempre bassina e basta un attimo, anche se ho dovuto aspettare quasi mezzora, la prossima volta non vorrei buttare giù qualcuno dalle scale mobili per attirare l’attenzione ma un ingresso gratis è sempre un ingresso gratis, poi io che do soldi alle major direi di no.

Nella sala non c’è ancora l’aria condizionata, non l’accendono quando c’è poca o zero gente che vogliodire. I teens dietro non sembrano accorgesene, l’attenzione ai particolari, sento commenti sulla visita del papa che mi ricorda che dovremmo provare a chiedergli un’intervista per Ti ho detto Vade Retro e se per caso può farci un mini esorcismo di prova che dico sarebbe un bel lancio ma ho qualche dubbio.

L’horror intanto inizia con il solito gruppo di teens che qui però hanno esagerato, sembrano tutti trentenni come dei sopravvissuti all’ultima puntata di dawsoncreek, a un certo punto entrano nella solita casa nel bosco dove altri tizi con camere quasi nascoste osservano. A un certo punto saltano fuori degli zombie e pezzi, molti, moltissimi pezzi di altri film. Sono quasi contento, almeno è un vero b-movie.

A un certo punto iniziano a tritare tutti, c’è pure il clown di It che boh.non mi ricordo se ho visto Freddy Kruger ma forse hanno il copyright su quello, non ho visto Alien, ah. A un certo punto salta fuori però Sigourney che alla fine probabilmente costava di meno che racconta che per salvare il mondo dalla distruzione etc etc, mah.

Il mio producer mi twitta da Saigon che dice che per quest’estate non c’è problema, altro che produzioni underground a zero budget, lì sembra che siano veramente interessati alla mia idea dell’horror ai tempi dell’invasione americana che devo dire è una delle mie storie migliori quella del reparto di marines che rimane intrappolato in un cimitero vietnamita popolato da una razza di vampiri asiatici antichissima che succhiando il sangue riescono anche ad avere il controllo anche sui parenti delle vittima, come un contagio a distanza che avevo pensato di intitolare Distant Blood e il mio producer giura che questa volta i soldi ci sono e che le location sono il meglio e che possiamo avere anche come sponsor il governo, basta che mettiamo di tanto in tanto qualche sponsor loro e penso che alla fine non c’è niente, niente di male…

Annunci

TRILIGHT

INTERNO GIORNO

 

Una nota città su una nota costa di un noto paese europeo.I fotografi sciamano e esplodono flash come fuochi d’artificio rincorrendo la nota, molto nota celebrità dell’horror underground. La camera, anzi LE camere, zoommano sulla nota celebrità che firma autografi e racconta il suo capolavoro nella sezione qualcosa-di-imperdibile. Dietro si possono intravedere Carpenter e Kubrick che osservano la scena e filmano con visibile invidia. Fade out.

 

Il mio producer dice che è arrivato -ancora-il momento il nostro momento e gli chiedo se per caso c’è in giro la mia foto tipo Wanted appesa in giro per la faccenda del vaticano e di Ti ho detto Vade Retro, se per caso hanno preparato in duomo un rogo o una lapidazione che devo dire comunque sarebbe una discreta pubblicità non male anche la gigantografia con wanted sotto, la cosa migliore è che non dovremmo tirare fuori un centesimo certo che quando ci si mette il vaticano non ti molla neanche, comunque sembra che questa settimana Vade Retro salta, il canale ci ha detto che ci sono dei problemi non tanto con la curia quanto con le associazioni dei genitori e savequalcosa per i teenager ustionati e quelli sorpresi a fare messe nere in bagno a scuola che dico potevano farle nell’ora di scienza è solo questione di organizzarsi credo.

Il mio producer dice che è arrivato il momento dell’equivalente del flash mob che non mi ricordo bene cos’è,che sarebbe il flash-film dice che funziona così si prende una telecamera e un cast con al massimo tre persone, con tre o quattro sceneggiature adattabili, MOLTO adattabili e in una giornata si gira uno anche più horror, senza ciak, effettazzi o prove che dico che comunque era ora, è questo il VERO cinema horror underground, non questa parata di pupazzi griffati, questi vampiri che non vampirano e questi teenager in case ikea possedute con dico la piscina!vogliodire e queste suore e queste preti senza croci o acquasanta questi demoni alla waltdisney che non se può più e gli chiedo se per caso aveva qualche idea soprattutto quando e mi dice che ha letto di questi paesi costruiti apposta in america per testare gli effetti della bomba e che possiamo usare una delle storie che ho scritto per la trilogia del non-risveglio, quella dei vampiri con l’effetto delle radiazioni e dice che ha trovato un posto fan ta sti co una cava, penso al sole a picco e alla post produzione e dico che sì è fantastico, non vedo l’ora di cominciare e dico che prima o poi a cannes dovranno mettere una sezione Film In Un Giorno e in quel momento non vedo, giuro, chi potrebbe non darci un premio…..

MEMORABILIA

INTERNO GIORNO

 

Uno studio quasi televisivo nel retro di un negozio di articoli religiosi. La camera zoomma sulla grande croce al neon e sullo schermo di un pc con il sito della trasmissione con la homepage con una croce pulsante. Luci esageratamente naturali.

 

Il mio amico esorcista dice che il Vaticano ha spedito ancora una lettera, quella proprio con il sigillo di ceralacca che fa sempre un certo effetto tipo che è arrivata con un corriere speciale che vogliodire queste cose le sanno sempre fare ma sembra che anche se lo hanno scomunicato o cose del genere gli dicono che non può fare programmi su esorcismi o simili perché sembra che su questi argomenti detengono il copyright, una cosa come il demonio è cosa nostra o dobbiamo pure pagare una royalty perché sembra che siano molto attenti adesso sulla questione dei soldi, sarà la demon-tax boh.

Io dico che è tutta pubblicità, forse ci possiamo fare anche l’apertura di Ti ho detto Vade Retro, devo scrivere qualcosa, il sito è quasi pronto, il mio amico esorcista è entusiasta e dice che potrebbe aiutare molto la trasmissione io gli ho detto di andarci piano con la cosa di inviarci i video dei vostri esorcismi perché penso che oltre il vaticano potremmo finire vagamente nei guai, penso che dovremmo chiedere anche a qualcuno esperto nel ramo anche se ammetto che è molto underground la cosa, magari un’interruzione in diretta di una specie di csi vatican che vuole chiuderci, magari con qualche effetto speciale qualcosa di spettacolare.

Per la prossima puntata penso di aprire con la seconda parte del video dell’indemoniata, la prima parte era quasi tutta camera fissa , in questa c’è già un po’ più di movimento devo solo mettere a posto gli effetti audio con la preghiera in latino che fa sempre il suo effetto poi mi chiama anche il mio producer che dice che teenager e esorcismi sono sempre una combinazione esplosiva e che possiamo anche noi scrivere il format una cosa come Exorcise This! E penso che possiamo arrivare anche a una prima serata o a sanvittore, dipende quando saranno pronti i documenti falsi per la fuga all’estero….

COPY-RIGHT

INTERNO GIORNO VERSO SERA

 

Una sala di cinema zona centrale di grande città del nord. Tre persone distribuite una per fila con faccia illuminata da luce azzurrina; la camera zoomma sullo schermo grigio vuoto senza tracce di pubblicità. Il famoso sceneggiatore horror underground sta prendendo appunti sul retro del biglietto, tipo il titolo del prossimo capolavoro o di quello prima. Buio.

 

Il tizio alla cassa mi guarda e sto per dirgli che sì sono il quasi famoso sceneggiatore underground e che se vuole posso firmargli la copia anche se non è mai uscita di Seppelliscimi Ancora ma dice solo che il film è in lingua originale e sono sicuro che voglio andare a vederlo domanda e lo guardo e penso a Cannes e anche quest’anno non mi hanno detto niente, neanche un angolo alla quinzaine horror underground se c’era e alla conferenza stampa che credo che avrei fatto in inglese quindi di cosa stiamo parlando e sono pure 7€&5 che vogliodire ultimamente ero abituato al freeentry ma boh.

Tim Burton ultimamente cioè negli ultimi ventianni è un po’ comedire diventato hollywood molto mainstream cioè parecchio ma io dico sempre che bisogna dare fiducia, lo dice sempre anche il mio producer che è sparito come al solito spero che stesse scherzando quando diceva di quella location nel deserto dei Gobi e mi domando se ha fatto testamento e nel caso su cosa potrei mettere le mani. All’inizio c’è una tizia che sembra la cattiva, poi un’altra, poi arriva lui che non è ancora vampiro. Poi siamo nel 72, no! Ancora!,sembra sempre una puntata di romanzocriminale, ce la mettono tutta per convincerti, qui però ci sono gli hippie. Gli hippie faranno una brutta fine. Ri-saltano fuori la tizia e l’altra con parrucca. Il vampiro parla tipo accento british che vogliodire, a un certo punto mentre c’è la festa mi addormento, poi mi sveglio penso a geisterbahnhof e a vade retro e a cosa posso inventarmi per la seconda puntata, forse ancora invitare un gruppetto di teenager svalvolati magari fargli girare qualcosa sull’occulto ma già immagino.

All’uscita sta piovendo e penso a un tappeto rosso, qualsiasi tappeto rosso e se per caso qualcuno a cannes è scivolato o si è rotto qualcosa e deve lasciare e che comunque in tre ore potrei essere lì, tipo in treno anche a piedi..

 

LITTLE HAUNTED HOUSE IN THE PRAIRIE

INTERNO GIORNO

 

Un retrobottega di un negozio di articoli religiosi, la camera zoomma su un gruppo di teenager che guarda in camera con occhio sospettoso. La camera zoomma ancora su un poster con un logo fluo con I giovani contro il maligno. Luci quasi innaturali.

 

Il debutto di Ti Ho detto Vade Retro è stato qualcosa, il mio amico esorcista mi ha chiesto se era possibile avere l’auditel gli ho detto che proprio tutti sono fissati con l’auditel ma che era abbastanza complicato e gli ho detto che avevamo fatto il 10% e ha fatto eh e adesso è convinto di aver battuto in prima serata mediaset con dei teenager bolliti da due cinquemila e una croce al neon. Devo dire che scrivere per la tv o quel che è non sembra così facile come credevo, ad un certo punto mancava qualcosa come un numero di ballo o un cantante con il disco per l’estate comunque l’idea di trovare un pubblico giovane per la trasmissione non è stata male, i giovani hanno un certo interesse per queste storie di esorcismi e possessioni e portarli in studio è stata una mossa ok e a parte i tizi che ridevano sgangheratamente, quelli che cercavano di appendere la croce al contrario e i due/tre ustionati -ma purtroppo solo superficialmente- dai 5mila w è filato tutto liscio, quella luce DECISAMENTE abbagliante che debordava e appiattiva tutto e tutti è stata il marchio del programma, il mio amico dice che è la luce della verità contro il maligno spero solo che la bolletta arrivi tra un po’, quando sarò abbastanza lontano.

La parte dell’intervista con la posseduta era interessante, ho solo aggiunto qualche effetto in post e le voci in sottofondo che erano alla fine un rosario recitato al contrario,ma un risultato niente male, ho lasciato anche l’inquadratura fissa per sette/otto minuti sulla faccia della tizia che fa la cantilena con il suo nome che fa molto carrie e penso che diventerà molto popolare su iu tiub, spero solo che il vaticano lanci una fatwa o una scomunica delle sue che ci fa un po’di pubblicità. La cosa rivedibile è stato lo sponsor che dice che gli abbiamo dato poco spazio, il tizio della ditta “Avanti un altro” voleva costringere il teenager nella bara per poi farlo saltare fuori , solo che il giovane ha avuto questo attacco di claustrofobia che mi ha fatto venire questa fantastica idea per When I was Dead, se solo ci sponsorizzassero anche la serie…

PRIME TIME


INTERNO INCERTO GIORNO

Interno di uno studio televisivo. Una enorme croce domina la scenografia, illumnandosi a intermittenza. La camera zoomma sulla croce, insistentemente. Vago odore di candele spente e fiori marci. Luci neon, deprimenti.

 

Il mio amico esorcista dice che ormai ci siamo, che Ti ho detto Vade Retro è ormai pronto, manca solo qualcosa tipo la scaletta, il video dell’esorcismo, l’intervista, ma a parte quello c’è tutto e mi dice che siamo in prime time anche se gli dico che non c’è proprio il prime time su questo tipo di canali e che il nostro pubblico è gia in coma a quell’ora ma sembra che sia tutto ok e che i due 5.000W dovrebbero bastare a illuminare bene e penso all’effetto dolce forno Harbert e a una cosa come il lettino solare, ma come dice anche il mio producer è sempre meglio abbondare soprattutto quando non siamo noi a pagare.

L’idea sarebbe quella di partire con una specie di inchiesta tipo Report sul perché il vaticano cerca di tenere nascosto questo assalto delle forze del male con cose come tabelle cifre un grafico, il tizio che gestisce il canale che ha un’aria vagamente terrificante mi chiede quanto costerebbe mettere un po’ di effetti speciali e gli chiedo “quali” effetti speciali e mi vengono in mente sacrifici umani non so se mi sono portato dietro dell’acqua santa o dell’aglio ma dico che qualcosa possiamo fare tipo computer grafica anche se io sono sempre per il realismo, un certo tipo di realismo.

Lo sponsor quello della ditta di pompe funebri è molto contento di avere uno spazio tutto suo e avrebbe pensato a una cosa tipo televendita con tipo una bara al posto dei soliti materassi ma dice che vorrebbe fare qualcosa di spiritoso e moderno tipo lui che salta fuori dal feretro e dice “ Avanti un altro, c’è posto!” e mi chiede se mi viene in mente qualche idea e dico che sì ho molte idee e per caso sarebbe interessato a produrre un serial di sicuro successo e lui potrebbe farsi un sacco di pubblicità e penso che potremmo avere delle bare fantastiche e questa volta veramente a gratis…